Cittadino e partigiano del mondo

Diranno che era un sognatore, che era un rivoluzionario e che se l’è andata a cercare. Faranno di peggio: chiederanno per lui una preghiera quelli che sono contro l’Isis...
Lorenzo Orsetti con la bandiera anarchica

Diranno che era un sognatore, che era un rivoluzionario e che se l’è andata a cercare.

Faranno di peggio: chiederanno per lui una preghiera quelli che sono contro l’Isis solo perché è islamista ma che ne sono uguali sotto ogni altro aspetto fondamentalista.

Ma noi sappiamo: Lorenzo era soltanto un cittadino di un mondo che rifiutava di veder sprofondare nell’orrore dell’odio tra i popoli, sotto la dittatura del profitto e dello sfruttamento dell’uomo sull’uomo.

La sua lotta contro il califfato nero era lotta contro ogni ingiustizia e crudeltà.

Per questo lo salutiamo con grande rispetto, con l’onore che merita e promettendogli che, ciascuno secondo le sue possibilità, questa lotta continuerà.

(m.s.)

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Sopra-vivere

    In fondo nessuno vive veramente. Tutti sopravviviamo nella vita stessa, senza accorgercene. Per vivere davvero, dopo aver imparato – più o meno – il non senso della vita, occorrerebbe...
  • Harry d’America

    Trump è un pericolo. Lo si sa. Per batterlo servono tutte le armi democratiche possibili. Anche quelle più inaspettate: un appello apprezzabile del principe Harry e di sua moglie...
  • Libri per Fausto Leali

    «Mussolini ad esempio ha fatto delle cose per l’umanità, le pensioni, ma poi è andato con Hitler. Il quale nella storia era un fan di Mussolini». Così virgolettano i...
  • Tutto si lega

    Eh sì, cari compagni della “memoria condivisa“… giusto un “pochino” di responsabilità anche della morte di Willy l’avete voi. Considerando meritevoli di ricordo repubblichini, fascisti di vario genere e...