Brutto e bello convivono?

La commistione di fatti opposti è in qualche modo terribile e affascinante. Terribile perché in questo frangente temporale i ladri di appartamento e di pizzeria abbondano. Pare che la...

La commistione di fatti opposti è in qualche modo terribile e affascinante. Terribile perché in questo frangente temporale i ladri di appartamento e di pizzeria abbondano. Pare che la soluzione sia imitare il Far West e dotarsi di armi e controbattere così alla criminalità.
C’è chi propone più militari per le strade, chi più vigili di quartiere e chi dalla televisione esagita gli animi ogni sera con formule azzeccate e irrise persino da Maurizio Crozza con triste e vera serietà di satira.
Queste le notizie più terribili, senza contare la discesa dei nordisti a Napoli.
Nello stesso momento, i giornali riportano la felice notizia di una magistratura che è sempre più progressista nell’interpretazione della Legge: due coppie gay hanno ottenuto di poter adottare dei figli. E’ la prima volta in Italia e segue al riconoscimento di paternità di alcuni giorni or sono.
Brutto e bello convivono? Ci piace pensare che si tratti di un mero incontro occasionale e che il brutto, domani, sia già nel carro della spazzatura ma non dell’oblio.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Confessioni di italiani

    I fintamente democratici sovranisti, neofascisti della modernità attuale, non ce la fanno proprio a dire che sono “antifascisti“. E perché mai dovrebbero, visto che sono fascisti. Il paradosso nasce...
  • Donne su donne

    Il giustificazionismo ha delle striature di ambiguità che lo rendono, molto spesso, molto pericoloso. Tra le pieghe sue pieghe si nascondono detti e non detti, campi aperti lasciati all’immaginazione...
  • Light and heavy

    Draghi e Salvini si accordano sull’approvazione del Green pass alla Camera dei Deputati. Non si sa bene chi abbia convinto chi. Ma poco importa: l’estensione “light” del Certificato verde...
  • A Khasa Zeman

    Khasa Zeman è l’uomo a sinistra nella foto. Accanto a lui c’è un suo aguzzino, un miliziano talebano che lo irride. Era un comico, Khasa, che ha sempre satireggiato...