Altri due morti sul lavoro. «Patente a punti per le imprese»

Strage Senza Fine. Continua l'ecatombe dopo il lockdown: 9 morti in 8 giorni. I due infortuni risalgono allo scorso martedì, in entrambi casi in Campania
20080229 - GENOVA - LAB - MUORE OPERAIO NEL PORTO DI GENOVA. SCALO FERMO PER SCIOPERO - Un gruppo di lavoratori portuali in sciopero sul lungomare Canepa, stamane 29 febbraio 2008 a Genova. Un operaio di 40 anni è morto questa notte dopo essere caduto da una nave su cui stava lavorando ad un terminal del porto di Genova. Secondo una ricostruzione, l'uomo sarebbe precipitato mentre lavorava allo scarico dei container sulla nave schiantandosi sulla banchina sottostante. I lavoratori del porto di Genova hanno proclamato 48 ore di sciopero. I sindacati hanno indetto una sospensione immediata dal lavoro in tutti i porti. LUCA ZENNARO / ANSA / KLD

Non si arresta la scia di sangue sul lavoro, ripartira dopo la fine del lockdown. Anche ieri, dopo i 7 morti in una settimana, un altro lutto.

Un operaio di 45 anni è morto in un incidente sul lavoro avvenuto Trecase, in provincia di Napoli. L’uomo, originario di Terzigno, è deceduto in seguito ad una caduta mentre era impegnato in uno stabile della zona. I fatti nella zona di Via Menotti, dove l’operaio 45enne è precipitato da un tetto. Secondo i colleghi, che hanno provato a non fargli perdere conoscenza, l’uomo era ancora in vita subito dopo essere precipitato.

I fatti risalgono a lunedì, ma la comunicazione è arrivata ieri da parte del sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione.

Sempre lunedì in Campania si era verificato un tragico investimento a Scampitella (Avellino). Un operaio di Ercolano è stato travolto e ucciso da un Suv guidato da un 40enne del luogo, allontanatosi in preda alla paura e poi rintracciato dai carabinieri nella sua abitazione. La tragedia si è verificata poco prima delle 14 in Via Città di Contra.

Salvatore Scognamiglio, 52enne originario di Ercolano, sposato e padre di tre figli, stava effettuando, per conto di una ditta, dei lavori per l’installazione della fibra ottica in paese. È stato centrato in pieno e scaraventato contro il suo stesso mezzo di lavoro, mentre attraversava la strada per cercare un po’ di frescura durante la pausa pranzo. Era il secondo giorno di lavoro per Salvatore e non doveva trovarsi neppure a Scampitella ma in un altro cantiere.

Altro incidente sul lavoro ieri a Padova. Z.Z.M., 38enne originario del Marocco, si trovava al lavoro presso la ditta MC Color srl di Massanzago, che si occupa di verniciatura di metalli. L’uomo si trovava in cima a una scala quando è scivolato ed è caduto a terra, rompendosi la gamba sinistra.

Intanto la Fillea Cgil chiede di «introdurre la patente a punti per le imprese e il reato di omicidio colposo: se non ci sarà mai nessuno a pagare per le responsabilità che ricoprono, la scia di sangue continuerà il suo corso all’infinito», denuncia.

MASSIMO FRANCHI

da il manifesto.it

foto: screenshot

categorie
Mondo lavoro



info Covid19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli