Un paio d’ali arcobaleno

Avere un paio d’ali arcobaleno e volare via. Averle per sorvolare, anche solo per un istante, questo mondo di pregiudizi, di morale, di giudici e di condanne. Averle per...

Avere un paio d’ali arcobaleno e volare via.
Averle per sorvolare, anche solo per un istante, questo mondo di pregiudizi, di morale, di giudici e di condanne.
Averle per respirare un’aria diversa, meno contaminata dalla gratuità dell’odio e del disprezzo.
Averle le ali, ma smontabili.
Per tornare a terra, perché il cielo può anche essere un paradiso ma noi non siamo uccelli.
Ci tocca stare in terra e in terra le belve sono tante, tocca fronteggiarle. Soprattutto se si dicono agnelli.
Tocca fronteggiarle.
Con un sorriso, con una carezza che scandalizza, con un bacio che inorridisce, con un abbraccio che disgusta.
Questa è una delle lotte da fare. Una tra le tante.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Strade separate

    Dalla fine degli anni ’70 del secolo scorso, il liberismo nasce, cresce e si espande sulla base dell’assunto per cui sempre meno deve essere lo spazio dato allo Stato...
  • Una vergogna nazionale

    La Resistenza è stata un’enormità, una lotta di popolo, un capovolgimento storico, persino rivoluzionario e non potrà mai essere vilipesa da un accomodamento utilitaristico di qualche centinaia di migliaia...
  • Dall’alto in basso

    Sostiene il Papa che le giovani coppie italiane sono più propense a vivere con cani e gatti piuttosto che a fare figli. Sostiene la diocesi di Albenga della Chiesa...
  • Serena rassegnazione

    Un terzo delle persone che mi passano accanto per la strada sono senza mascherina. Bofonchio tra me e me, mentre cammino: «Cosa c’è di così difficile da capire nel...