Prima la cattiveria italiana!

Ai migranti che sono in sciopero della fame, il ministro dell’Interno della Repubblica Italiana, manda a dire, testuale: “Pazzesco. Da ieri mattina, nel Centro di Permanenza per i Rimpatri...

Ai migranti che sono in sciopero della fame, il ministro dell’Interno della Repubblica Italiana, manda a dire, testuale:

Pazzesco.
Da ieri mattina, nel Centro di Permanenza per i Rimpatri di Pian Del Lago (Caltanissetta), 72 “ospiti” (18 dei quali, tunisini, verranno rispediti a casa in giornata) stanno facendo lo sciopero della fame come segno di protesta contro il loro trattenimento presso la struttura…
Peggio per loro se rifiutano di mangiare, vorrà dire che risparmiamo un po’ di soldi prima di espellerli“.

Invece di cercare di capire i motivi di questa protesta (cosa elementare, che un ministro dovrebbe fare d’ufficio), il ministro adopera una ironia crudele a cui avrà abituato anche larga parte del popolo italiano, ma purtroppo per lui alcuni italiani non si rassegnano.

Il peggiore liberale d’un tempo, il peggiore liberista di questi ultimi anni, non avrebbe mai usato toni simili ricoprendo la carica di ministro. Ciò è certamente demoralizzante, prima di tutto per l’Italia che appare sempre più brutta, incrudelita, acida e piena di rancori, pregiudizi e fobie.

Mette angoscia un Paese intriso di sentimenti così ostili, negativi e respingenti.

La cattiveria è all’ordine del giorno.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto



leggi e sostieni

info Covid-19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • Quater

    Dunque, vediamo… Ipotesi urne, governo delle destre, Berlusconi al Quirinale. Il tutto al posto di un appoggio di Forza Italia ad un governissimo di unità nazionale o ad un...
  • Prima Gallera e mo’ ratti

    Ma di cosa vi meravigliate? Del fatto che l’assessore alla sanità della Regione Lombardia invochi il legame tra Prodotto interno lordo e numero di vaccini da poter somministrare alla...
  • Sfaccettature nere

    Un assessore regionale veneto di Fratelli d’Italia canta “Faccetta nera” a “La Zanzara“. Ne viene fuori la solita esaltazione ipocrita della presunta “libertà” di pensiero e di espressione da...
  • Eminenti signorini

    Secondo alcuni alti prelati l’omosessualità si può curare. E’ una malattia. Secondo il conduttore di una nota trasmissione nazional-popolare (di cui è bene e pietoso tacere anche il nome,...