Più giovani perché più vecchi

Quella che si proclama la “più giovane forza politica italiana” mostra già dei tratti di senilità dovuto ad un precoce sviluppo di rigido burocraticismo nella gestione complessiva di sé...

Quella che si proclama la “più giovane forza politica italiana” mostra già dei tratti di senilità dovuto ad un precoce sviluppo di rigido burocraticismo nella gestione complessiva di sé stessa verso sé stessa e verso gli altri.
Probabilmente non se ne rendono conto, ma essere comunisti e libertari è davvero tutt’altra cosa, perché quella è la via di un nuovo stalinismo non ideologico, tutto, ma proprio tutto anti-organizzativo perché verticistico ed esclusivista.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto



info Covid19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • Damme li quattrini!

    La pandemia impoverisce gli animi, defrauda le tasche dei più poveri, spersonalizza ed aliena. Crea un senso di pienezza del niente che è un rimbombo assordante. Cresce ogni giorno,...
  • 100 sorrisi per Gianni Rodari

    Se penso a Gianni Rodari le prime immagini che mi vengono in mente sono disegni di bambini. Disegni sulle “Filastrocche in cielo e in terra“, trenini azzurri, visetti sorridenti...
  • A Samuel Paty

    Se sento il nome di Samuel Paty penso alla scuola, penso a quei ragazzi francesi che studiavano con lui e che imparavano, a poco a poco, a vivere laicamente,...
  • La gentilezza è una carezza

    «Scusatemi se vi saluto da lontano». Una frase bella, un bel pensiero perché sommessamente gentile. Cortese al punto giusto. Rispettoso e generoso. In fondo basta davvero poco per esprimere...