Liberamente ignoranti

A Roma la targa in ricordo di Giacomo Matteotti è stata mandata in frantumi. A Vicenza i naziskin chiedono la messa al bando dell’ANPI e un processo per tutti...

A Roma la targa in ricordo di Giacomo Matteotti è stata mandata in frantumi. A Vicenza i naziskin chiedono la messa al bando dell’ANPI e un processo per tutti i partigiani.
Ciò che scandalizza non è un pezzo di marmo rotto o una richiesta: ciò che scandalizza è che si possa rompere un pezzo di marmo con sopra il nome di Giacomo Matteotti e che ci si permetta, con una sfacciataggine indegna, di chiedere di processare la verità storica, la verità costituzionale su cui si fonda la nostra Repubblica, la nostra libertà.
Che ciò possa avvenire è anche libertà di espressione, ma forse anche alla libertà c’è un limite se chi la esercita in nome della medesima la schiaccerebbe un secondo dopo in nome dell’autoritarismo per tutti.

(m.s.)

foto tratta da Wikipedia

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Ma intanto sono muti…

    Dunque pare deciso: le acque radioattive usate per raffreddare la centrale nipponica di Fukushima saranno riversate nell’Oceano Pacifico. Secondo il governo di Tokyo è la migliore soluzione possibile: i...
  • Concetti semplici

    Chiarezza, chiarezza sui vaccini. Su benefici e rischi. Le interviste di virologi rassicurano. Rassicuriamoci. Intanto le domande, i dubbi però diventano una tempesta cerebrale: fidarsi, non fidarsi? Affidiamoci ai...
  • Una minestra di sassi

    Lagarde: «La BCE ha una batteria di strumenti eccezionali da usare». Visti i precedenti, c’è da preoccuparsi nell’ascoltare queste parole. Nel peggiore dei casi è una batteria di cannoni...
  • Ucci, ucci

    Ma sì, forse è meglio, così ci si distrae un po’ dalla dura realtà dei tempi, dal flusso continuo di notizie desolanti sulla guerra dei vaccini, sulle esportazioni e...