La vicenda romana e il muro a Calais

Soltanto poche righe per riflettere su di un dato che la dice sulle condizioni dei media nel nostro paese e sul livello complessivo nel quale ci troviamo dal punto...

Soltanto poche righe per riflettere su di un dato che la dice sulle condizioni dei media nel nostro paese e sul livello complessivo nel quale ci troviamo dal punto di vista della sensibilità politica e culturale.

Infatti la vicendaccia romana legata all’amministrazione 5 stelle, null’altro che storia di cordate e di scontri di potere e di soldi dove c’entrano le ambizioni personali e non certo gli enormi problemi delle cittadine e dei cittadini romani, sorpassa di gran lunga nei titoli, negli editoriali, nei servizi televisivi, nei richiami sui social la storia della costruzione del muro ferma – migranti in quel di Calais.

Una costruzione che avviene in un quadro d’inedita collaborazione tra Francia e Gran Bretagna, all’indomani della tanto deprecata Brexit (un altro caso di mistificazione collettiva da esaminare con cura) nel nome della chiusura, dell’arroccamento, della negazione dei diritti.

Così come ha avuto pochissimo spazio, nei resoconti della passerella mediatica della vanità mondiale definita G20 e svoltasi in Cina, il fatto che non si è minimamente affrontato il nodo decisivo delle guerre mediorientali e nordafricane, se non in un colloquio tra il presidente uscente USA e quello russo conclusosi con un assoluto nulla di fatto.

La guerra così va avanti, di conseguenza il dramma dei migranti cresce in maniera esponenziale, ma Francia e Gran Bretagna erigono muri come un’Ungheria e un’Austria qualunque dove imperversano partiti xenofobi se non neo fascisti.

Xenofobi e neofascisti soltanto in Ungheria e in Austria ?

Intanto ci occupiamo dell’orticello di casa, delle mail di questo e di quello, nella vacuità di una politica portata avanti da chi ha difficoltà a guardare oltre il proprio naso, al governo e all’opposizione.

Una sconsolante miseria.

FRANCO ASTENGO

redazionale

9 settembre 2016

foto tratta da Pixabay

categorie
Franco Astengo



leggi e sostieni

info Covid-19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli