Del governo

La debolezza di un governo non si vede mai dopo che ha governato ma sempre prima che si formi, nel momento delle trattative. La forza di un governo la...

La debolezza di un governo non si vede mai dopo che ha governato ma sempre prima che si formi, nel momento delle trattative.
La forza di un governo la si vede mentre dirige il Paese, quando è nel pieno dell’esecutività del suo potere.
La dedizione ai principi costituzionali si rischia di non vederla mai con governi che, volenti o nolenti, qualche sostegno al potere economico lo devono pur garantire come “comitato d’affari della borghesia”.
Non ci si può mai aspettare troppo da un governo. Anche “di sinistra”. Ci si può aspettare che faccia “meno peggio” d’altri.
Ma questa critica maldestra del “potere”, anzi del governo, dal sapore un po’ anarchico è quanto di più decente mi viene in mente se penso ai governi tecnici, ai governi di ispirazione renziana e, tra poco, a quelli di destra estrema.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto



info Covid19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • 100 sorrisi per Gianni Rodari

    Se penso a Gianni Rodari le prime immagini che mi vengono in mente sono disegni di bambini. Disegni sulle “Filastrocche in cielo e in terra“, trenini azzurri, visetti sorridenti...
  • A Samuel Paty

    Se sento il nome di Samuel Paty penso alla scuola, penso a quei ragazzi francesi che studiavano con lui e che imparavano, a poco a poco, a vivere laicamente,...
  • La gentilezza è una carezza

    «Scusatemi se vi saluto da lontano». Una frase bella, un bel pensiero perché sommessamente gentile. Cortese al punto giusto. Rispettoso e generoso. In fondo basta davvero poco per esprimere...
  • Decreti di redenzione

    Pare che dopo cinque riunioni al Ministero dell’Interno, finalmente le forze della maggioranza di governo abbiano trovato la quadra per superare l’ignominia dei “decreti sicurezza” di impronta giallo-verde. Ce...