Cari vecchi compagni democristiani…

I tempi cambiano. Ti rendi conto che hanno ragione Cirino Pomicino e De Mita sul referendum. Che la pensano come te, che sei comunista. Non comunista tanto per dire,...

I tempi cambiano. Ti rendi conto che hanno ragione Cirino Pomicino e De Mita sul referendum. Che la pensano come te, che sei comunista. Non comunista tanto per dire, ma comunista con una minima tradizione personale dietro, in un tempo nemmeno tanto lontano.
Muore Tina Anselmi e comprendi che se ne va una parte di quella Repubblica che avevi conosciuto come antifascista e democratica, nonostante proprio il suo partito, la Democrazia Cristiana.
Davanti chi hai? Matteo Renzi, Angelino Alfano, Denis Verdini.
Il primo si richiama alla sinistra, il secondo rivendica una tradizione centrista con accenti di destra. Il terzo non è pervenuto.
I tempi cambiano e ti rendi conto che o le cose cambiano rapidamente oppure il tuo mondo è passato.
Ma uno nuovo si può sempre costruire. Da comunisti, per il comunismo. Per una società di liberi ed eguali.
Utopia? Non è, ma se anche fosse, sarebbe comunque una dolce evasione dalla prigione di un presente renziano.
Cos’è più utopico? Renzi che afferma d’essere di sinistra o il comunismo e il suo vento di libertà?
Rispondete, prego…

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto



info Covid19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • La repressione giusta

    Ammiro ancora ora gli operatori dello spettacolo che manifestarono in piazza del Duomo a Milano, distanziati, ordinati, regalando una immagine quasi emblematica nella pandemia che sfianca quasi tutti. Non...
  • Damme li quattrini!

    La pandemia impoverisce gli animi, defrauda le tasche dei più poveri, spersonalizza ed aliena. Crea un senso di pienezza del niente che è un rimbombo assordante. Cresce ogni giorno,...
  • 100 sorrisi per Gianni Rodari

    Se penso a Gianni Rodari le prime immagini che mi vengono in mente sono disegni di bambini. Disegni sulle “Filastrocche in cielo e in terra“, trenini azzurri, visetti sorridenti...
  • A Samuel Paty

    Se sento il nome di Samuel Paty penso alla scuola, penso a quei ragazzi francesi che studiavano con lui e che imparavano, a poco a poco, a vivere laicamente,...