Cannoneggiamenti di ugole

Mi sembra che il miglior antidoto al degrado antisociale, antipolitico, anticulturale e anticivile che questo Paese sta vivendo sia smettere di guardare tutte le trasmissioni televisive dove non c’è...

Mi sembra che il miglior antidoto al degrado antisociale, antipolitico, anticulturale e anticivile che questo Paese sta vivendo sia smettere di guardare tutte le trasmissioni televisive dove non c’è dialettica ma solo scontro premeditato e organizzato. E non solo per gli ascolti pubblicitari.
C’è di mezzo una pianificata disinformazione che ci deturpa le menti e ci abbruttisce, almeno noi che sappiamo essere critici, tenacemente tali contro un sistema economico che volentieri utilizza i peggiori e più bassi istinti delle classi disagiate per gestire le proprie crisi di accumulazione del profitto e di stabilità degli interessi.
Per questo, meglio comperare un quotidiano o leggerlo su Internet e poi formarsi la propria opinione in base a ciò che vediamo ogni giorno intorno a noi. Non a ciò che i “talk show” voglio farci credere e farci dire.
Non facciamoci mortificare da questa barbarie disinformativa.
Pensiamo, rimanendo informati, ma senza voci che danno su altre voci, urla, cannoneggiamenti di ugole che non sono nemmeno d’oro.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto



politiche 2022

ecosocialismo



altri articoli

  • Priorità

    La Germania corre ai ripari per il gas, l’Italia si dibatte sulla sopravvivenza o meno del governo Draghi. Ognuno, è drammaticamente vero, ha le sue priorità… (m.s.) 12 luglio...
  • Aiuti e aiuto

    Per un popolo che viene “aiutato” (lo metto tra virgolette sottolineando tutta la tragica ironia della doppia maledizione che si portano appresso questi tipi di sostegni interessati dell’imperialismo moderno),...
  • Contro e pro

    C’è ancora la Covid-19. C’è la guerra tra due imperialismi che si fronteggiano sulla pelle degli ucraini. La benzina è arrivata a 2.08 al litro. Gas ed elettricità vanno...
  • Dal Donbass alla Luna

    Nel 2026, al massimo nel 207, pare che un modulo italiano sia pronto a fare la sua discesa sulla Luna. Noi c’arriviamo sempre un po’ in ritardo agli appuntamenti...