Un NO “di classe”

Il Partito democratico svolge una funzione di classe anche e soprattutto ora nel proporre una riforma costituzionale che ha il plauso dei grandi gruppi industriali, di quelli finanziari come...

Il Partito democratico svolge una funzione di classe anche e soprattutto ora nel proporre una riforma costituzionale che ha il plauso dei grandi gruppi industriali, di quelli finanziari come JP Morgan, di Sergio Marchionne, di Angela Merkel e dei maggiori burocrati dell’economica Unione Europea.
Comprendo che sia difficile arrivare alla disamina delle ragioni vere e di fondo che stanno alla base della controriforma renziana, ma bisogna fare uno sforzo e abbandonare la superficie degli slogan di magnificenza che il presidente del consiglio ci propina da ogni canale televisivo nazionale e ragionare.
Il termometro è sempre lo stesso: cui prodest? A chi giova tutto questo?
O meglio ancora: a chi fa piacere che la riforma passi?
Ai padroni, agli speculatori, a chi vuole “semplificare” le democrazie introducendo elementi di maggiore forza nella composizione dei poteri dei governi rispetto alle dialettiche parlamentari.
Votare NO il 4 dicembre è dire NO ai padroni, agli speculatori e a tutti quelli che hanno sempre sognato, dietro strane trame venute alla luce fin troppo chiaramente, un’Italia con un “governo forte” e con un Parlamento debole.
Il NO è un argine a tutto questo: ad una trasformazione governista di un Paese ancora, seppur insufficientemente, parlamentare e democratico.
Il nostro NO sia un NO di classe, un NO sociale, un NO anticapitalista, un NO di tutte le donne e di tutti gli uomini della sinistra comunista.

(m.s.)

foto tratta da www.iovotono.it

categorie
Lo stiletto



info Covid19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • A Samuel Paty

    Se sento il nome di Samuel Paty penso alla scuola, penso a quei ragazzi francesi che studiavano con lui e che imparavano, a poco a poco, a vivere laicamente,...
  • La gentilezza è una carezza

    «Scusatemi se vi saluto da lontano». Una frase bella, un bel pensiero perché sommessamente gentile. Cortese al punto giusto. Rispettoso e generoso. In fondo basta davvero poco per esprimere...
  • Decreti di redenzione

    Pare che dopo cinque riunioni al Ministero dell’Interno, finalmente le forze della maggioranza di governo abbiano trovato la quadra per superare l’ignominia dei “decreti sicurezza” di impronta giallo-verde. Ce...
  • L’esercito delle mascherine

    Le mascherine da mettere ogni giorno su tutto il territorio nazionale sono una misura che condivido. Ma si può fare tranquillamente a meno della presenza dell’esercito per le vie...