voucher

  • Voto a giugno, Arcore batte un colpo

    Da una sentenza della Consulta all’altra. Dai referendum sul Jobs Act alla legge elettorale. Le due piste si intrecciano, la posta in gioco si moltiplica. Le strategie per evitare o almeno disinnescare il referendum sui voucher, quello davvero rilevante, devono misurarsi con quelle per riuscire a votare in giugno,...
  • Voucher, Poletti prova a rifare il «buono»

    La strategia per neutralizzare i referendum Cgil continua. Dopo la decisiva sentenza della Corte Costituzionale che ha cassato il quesito sull’articolo 18, il ministro del lavoro Giuliano Poletti ha aperto a un ripensamento dell’ultima frontiera del precariato: i voucher. Poletti ha ribadito che, tra febbraio e marzo, dopo l’esito...
  • Dal NO al SI’

    Qualche giornalista si è affrettato a dire che i referendum sul lavoro divideranno la sinistra. Mi sembra, francamente, impossibile, visto che il PD con la sinistra non ha niente, davvero niente a che fare. E ora, coraggio, prima abbiamo vinto con il NO, ora andiamo a vincere con il...
  • C’era una volta il Jobs Act: cresce solo la disoccupazione giovanile

    Mai così alta la disoccupazione giovanile dal novembre 2015. Nella rilevazione Istat di novembre (2016) è tornata al 39,4%, +1,8% rispetto a ottobre. A novembre è cresciuto anche il tasso di disoccupazione generale all’11,9%, +0,2% su base mensile: un aumento di 165 mila in un anno per un totale...
  • Italia in deflazione

    Questa è la premessa doverosa: “Banche in paradiso, contribuenti all’inferno: salvate dallo Stato eludono il fisco” Dall’istituto di Siena a Intesa, da Unicredit a Mediolanum: ecco come i grandi gruppi del credito eludono il fisco italiano attraverso le loro controllate in Lussemburgo, a Bermuda e nelle Cayman. Ma quando...
  • L’augurio per il 2017: una grande vittoria dei SI’ ai referendum sul lavoro!

    Non sono un economista e, quindi, non ho i titoli accademici per contestare un luminare come il professor Pietro Ichino. Al massimo sono un politico sui generis, anarchicheggiante e un po’ introverso quando si trova stretto tra categorie limitative soprattutto della potenzialità di allargamento del dubbio e, in sostanza,...
  • Il governo rinnega sé stesso e mostra il suo volto antisociale

    Quando, per evitare un giudizio popolare sulle politiche sostenute con grande tenacia in tema di lavoro e di mercato del lavoro, un governo prova a modificare proprio quelle norme che ha difeso come un cavaliere crociato innanzi al feroce Saladino, lì e solo lì c’è la più evidente manifestazione...
  • A casa il campione del Jobs Act

    Quo usque tandem abutere, Catilina, patientia nostra? Questa è la celebre e potente apostrofe con la quale Cicerone iniziò la prima delle sue orazioni contro Catilina. Sostituite al nome di quest’ultimo quello del ministro Giuliano Poletti e abbiamo il quadro della situazione, pur sapendo che l’accostamento nuoce, per evidente...
  • Tenetevi le briciole. Ammesso che cadano dal tavolo

    Chi reclama dei diritti, ancor di più oggi rispetto ad anni e anni fa, viene percepito e vissuto come un fastidio da allontanare, da marginalizzare, da rendere innocuo per non rovinare la beata immagine delle riforme del mercato del lavoro. Riforme tutte tese a migliorare lo stato di impiego...
  • Jobs Act: calano ancora le assunzioni

    Nei primi nove mesi dell’anno sono calate le assunzioni a tempo indeterminato a causa del taglio degli sgravi contributivi per i neo-assunti con il Jobs Act ed è continuato il boom dei voucher. Tra gennaio e settembre 2016 sono stati venduti 109 milioni e 553.754 mila «buoni lavoro» (+34,6%)....
  • La campagna #stopvoucher parte da McDonald’s

    Le camere del lavoro autonomo e precario (Clap) hanno inaugurato ieri a Roma e a Napoli la campagna #Stopvoucher: «Sarà un escrache permanente e diffuso, città per città, per raccontare la verità del lavoro contemporaneo» sostengono gli attivisti del giovane sindacato. Le azioni di denuncia ieri sono state svolte...
  • Se li lasciaste passare…

    Dunque i buoni sono dentro la “Leopolda” e i cattivi sono fuori. Sempre il solito copione. Provate a non fermarli quei ragazzi che protestano, secondo il diritto costituzionale che ancora è tale. Provate a non mettere nessuno in assetto di guerra davanti a loro, lasciateli arrivare fin dove si...
  • Perché Renzi non ama i giovani

    Chiederselo è inevitabile: ma Renzi odia i giovani? A sentirlo si direbbe il contrario. Anzi, è tutto uno sproloquio giovanilista, pur se di maniera. Ma le parole costano poco, e i fatti raccontano una storia opposta. Il grande rottamatore, oltre ai suoi nemici politici, ha rottamato soltanto i giovani....
  • Il Jobs act serve a licenziare. Lo dice anche l’Inps

    «I dati ufficiali di Inps continuano a dire che in Italia nel 2016 il numero di contratti a tempo indeterminato è costantemente negativo: si distruggono più contratti di quanti se ne creano. C’è pure che nel 2016 facciamo peggio del 2014 anche rispetto alle tanto sbandierate stabilizzazioni di contratti...
  • Un’ora di lavoro a settimana

    Oggi lo Stiletto lo lasciamo fare a Maurizio Crozza che, ieri sera, nella copertina della trasmissione “Di Martedì” su La 7, ha riassunto benissimo ciò che pensiamo in merito alle dichiarazioni del ministro Poletti sul lavoro: “Poletti conta occupato chi lavora un’ora a settimana. Come se contassimo come romanzieri...
  • Cgil, tre milioni di firme contro il Jobs Act

    Tre milioni e trecentomila firme complessive su tre quesiti (1,1 milioni per quesito): gli attivisti della Cgil ieri hanno dovuto scaricare un enorme camion pieno di scatoloni davanti agli uffici della Corte di Cassazione. Il primo passo è fatto: i tre mesi di raccolta sono andati oltre le aspettative...



per il manifesto

sosteniamo

antispecismo

sul tuo computer…