Pochezza sono altri

Comunque la pensiate su Star Wars – Gli ultimi jedi, bello, brutto, discreto, medio o pessimo, il messaggio finale è questo: anche se si rimane in pochi, si continua...

Comunque la pensiate su Star Wars – Gli ultimi jedi, bello, brutto, discreto, medio o pessimo, il messaggio finale è questo: anche se si rimane in pochi, si continua sempre a lottare perché non c’è alternativa, perché l’alternativa sarebbe rassegnarsi e rinnegare tutta la lotta che fino ad oggi si è fatta.
Quindi, si va oltre la rassegnazione, non si prende nemmeno in considerazione la negazione delle tante battaglie fatte e si continua una lotta derisa dai più, schernita come “utopia” e “impossibile”. E proprio per questo ha valore, ha forza e ha in sé un romanticismo indescrivibile che per tanti sarà impalpabile, per me è vita e speranza. Per noi, per tutti gli sfruttati.
La vera pochezza è altra: è conformismo, adeguamento al sistema capitalistico, conciliazione dei propri valori con gli antivalori del mercato. La vera pochezza è la sapienza dei moderati, la certezza di cambiare la società facendo contenti coloro che la distruggono ogni giorno.
La vera pochezza è l’opportunismo.
Dunque noi non siamo pochi… e non saremo mai “pochezza”.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto



leggi e sostieni

info Covid-19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • Sfaccettature nere

    Un assessore regionale veneto di Fratelli d’Italia canta “Faccetta nera” a “La Zanzara“. Ne viene fuori la solita esaltazione ipocrita della presunta “libertà” di pensiero e di espressione da...
  • Eminenti signorini

    Secondo alcuni alti prelati l’omosessualità si può curare. E’ una malattia. Secondo il conduttore di una nota trasmissione nazional-popolare (di cui è bene e pietoso tacere anche il nome,...
  • “Street food” un cazzo! (scusate il francesismo)

    Va bene che i quotidiani on-line diano la notizia del ritrovamento di un termopolio nella Pompei romana, con persino frammenti di cibo di oltre duemila anni fa… Ma che...
  • Chi vuol esser l’inopportuno?

    L’inopportuno è colui che sbaglia i tempi di una battuta, che introduce in una conversazione una parola, una frase che proprio in quel contesto andrebbe del tutto evitata. L’inopportuno...