Pazzi per il caldo

Si dice che d’estate si “impazzisce” di più rispetto a quando il caldo scema e tornano i mesi del fresco prima e del freddo poi. A vedere le cronache...

Si dice che d’estate si “impazzisce” di più rispetto a quando il caldo scema e tornano i mesi del fresco prima e del freddo poi.
A vedere le cronache dei giornali parrebbe vera questa superstizione popolare dettata dal fatto che la calura ci esaspera un po’ tutti e ci fa reagire magari in malo modo per piccole, piccolissime problematiche quotidiane.
La domanda che mi pongo è questa: sarà suggestione quella di scorgere nelle cronache investimenti volontari, ratti di neonati in ospedali, bimbi abbandonati nelle auto-forno parcheggiate, pestaggi di donne, donne uccise perché non avevano lavato i piatti, raid vandalici a statue di magistrati, l’Europa che ci boccia per il deficit…
Ah… scusate. Questa ultima è una normale procedura di infrazione ormai ampiamente sperimentata anche nei mesi autunnali, invernali e primaverili…

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Potermi dire…

    Non so voi, ma io non giro per strada con una pistola carica in tasca. Potete pure aggredirmi. Farò il possibile per difendermi, ma non sparerò mai a nessuno....
  • Vaccini e green pass: buonsenso al quadrato

    Il dubbio, la critica, la circostanziazione delle proprie idee non possono mai essere fini a sé stessi. Altrimenti si rischia di tradire proprio quello spirito che le voleva uniformare...
  • Scompensi studenteschi

    Un rapporto sulla DAD, la didattica a distanza adottata nel corso del biennio pandemico in cui ancora siamo immersi, redatto dai responsabili di INVALSI (l’Istituto Nazionale per la Valutazione...
  • Va’ dove ti porta la destra

    Lo pensavate che i danni maggiori li avrebbero fatti col referendum che voleva abolire il Senato e modificare radicalmente la Costituzione… Ed invece no… Non era per niente finita....