Niente di nuovo “on air”

Trump e Clinton se le sono davvero “suonate”? Schermaglie televisive per mostrare alla “middle class” le differenze democratiche rispetto a quelle repubblicane del guerriero autocratico e autarchico grondante dollaroni...

Trump e Clinton se le sono davvero “suonate”? Schermaglie televisive per mostrare alla “middle class” le differenze democratiche rispetto a quelle repubblicane del guerriero autocratico e autarchico grondante dollaroni da tutte le tasche.
Nel concreto delle problematiche economiche e sociali la differenza tra Donald ed Hillary la si scorge tanto quanto la si vedrebbe tra Salvini e Renzi: l’uno incarna l’anima nera di un conscio e rabbioso sentimento di paura che domina la vita quotidiana dei più poveri e disperati; l’altro prova ad apparire come volto rispettabile, democratico, pallidamente di sinistra per chi è disilluso, stanco, atterrato dalle troppe promesse mai mantenute anche da chi doveva rappresentare la rivoluzione alla Casa Bianca negli ultimi otto anni.
Un dibattito che ha fatto clamore prima che le telecamere si accendessero, un clamore che s’è spento non appena è comparsa la scritta “ON AIR”.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Buchi di governo

    Dal “Decreto semplificazioni“, primo punto dopo i nodi ferroviari: «nuova linea Torino-Lione: tunnel di base ed adeguamento linea storica». La TAV al primissimo posto nell’elenco delle infrastrutture cui mettere...
  • Il velo di Silvia

    E’ una questione di libertà. Una libertà che si vede, un’altra che si fa fatica a vedere. Silvia Romano ha dichiarato che per lei “il velo è un simbolo...
  • Gatticidio

    Dunque, la grande inchiesta dei giornali telematici e non di due giorni fa è il gatto ucciso e cucinato da un migrante per strada. E’ un orrore, certo. Non...
  • Mascherina mia, mascherina tua

    Ce lo dobbiamo dire: le manifestazioni sono socialità e servono a ripristinare il carattere popolare della politica. Ne ho vissute tante e spero di viverne ancora molte. Però, se...