Il terremoto delle unioni civili

Prima il Vaticano e poi Radio Maria stessa hanno condannato e sospeso il teologo che ha sostenuto una correlazione di causa ed effetto tra la legge sulle unioni civili...

Prima il Vaticano e poi Radio Maria stessa hanno condannato e sospeso il teologo che ha sostenuto una correlazione di causa ed effetto tra la legge sulle unioni civili e i fenomeni sismici avvenuti in centro Italia.
La vergogna ha prevalso sul catechismo, sul magistero della Chiesa.
Però, penso, a padre Giovanni che ha pronunciato quelle frasi non toccherà mai la condanna che ebbero Giordano Bruno, Galileo Galilei e, da ultimo, Welby, colpevoli soltanto di dire la verità?
La vergogna della Chiesa è apprezzabile, eppure è vergogna in qualche modo anche “politica”: paura di perdita di fedeli. Li chiamano “fratelli terremotati”.
E siccome in teologia si danno solo risposte e mai si accettano domande, sarebbe interessante sapere chi detiene la verità sui “fratelli terremotati”: puniti da dio per la legge sulle unioni civili?
E perché mai solo l’Umbria e le Marche? Perché non tutta la nazione?
Caro padre Giovanni, lei sarà anche un teologo, quindi un uomo abituato a dare sempre risposte e a non accettare mai domande sulla specificità di dio, ma si faccia una domanda e si dia una risposta una volta tanto. Forse le si aprirà davanti un nuovo modo di riflettere. Forse conoscerà la riflessione, conoscerà il pensiero. Quello libero perché solo personale.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Donne su donne

    Il giustificazionismo ha delle striature di ambiguità che lo rendono, molto spesso, molto pericoloso. Tra le pieghe sue pieghe si nascondono detti e non detti, campi aperti lasciati all’immaginazione...
  • Light and heavy

    Draghi e Salvini si accordano sull’approvazione del Green pass alla Camera dei Deputati. Non si sa bene chi abbia convinto chi. Ma poco importa: l’estensione “light” del Certificato verde...
  • A Khasa Zeman

    Khasa Zeman è l’uomo a sinistra nella foto. Accanto a lui c’è un suo aguzzino, un miliziano talebano che lo irride. Era un comico, Khasa, che ha sempre satireggiato...
  • Disperato, povero Afghanistan

    Vent’anni di guerra in Afghanistan, di missioni militari, di occupazioni e di depredazioni di risorse energetiche. Vent’anni (e più) di risiko asiatico, tra i confini dell’ex Urss, l’Iran islamico...