Il Premier in pectore

Volare negli Stati Uniti per dimostrare e dimostrarsi d’essere, nonostante tutti i compromessi da accettare per risalire lentamente (ma nemmeno poi tanto…) la china del potere, colui che davvero...

Volare negli Stati Uniti per dimostrare e dimostrarsi d’essere, nonostante tutti i compromessi da accettare per risalire lentamente (ma nemmeno poi tanto…) la china del potere, colui che davvero conta. I giochi di parole lasciano il tempo che trovano, ma chi conta non è Conte.

Almeno così parrebbe: l’accredito alla Casa Bianca è un lasciapassare importante, necessario per poter in un prossimo futuro avere la ri-conoscenza dell’alleato d’Oltreoceano che, proprio a dispetto del polo imperialista dell’Unione Europea, continua la sua politica altrettanto imperialista in molte altre parti del globo.

Poi in programma una visita a Bolsonaro e poi una a Netanyahu. E il cerchio è chiuso.

Per l’Italia lo è sicuramente, per i Cinquestelle finirà col chiudersi presto visto se non gireranno anche loro un poco le capitali estere per creare un contraltare alla centrale mondiale nera che si sta creando.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Ceto medio tax

    Ci speri per un attimo. Che il taglio delle tasse, per una volta, sia – se non proprio di matrice progressista (cosa del resto impossibile con un governo come...
  • Per l’obbligo vaccinale

    Forse è venuto il momento di rivendicare anche i diritti di noi vaccinati. Di persone che, con storie diverse – come è ovvio – ma con un identico fine,...
  • “…potranno trovare applicazione…”

    La direttiva del ministro Lamorgese, che è direttiva del governo intero (a meno che non sia stata contestata, smentita o criticata senza che lo si sia saputo), è un...
  • Accollarselo

    Anche soltanto l’ipotesi di insediare al Colle un pregiudicato, uno che considera le donne alla stregua di meretrici al servizio ora di un uomo, ora di un politico, ora...