Il limite

Ci dovrebbe essere un limite entro cui fermarsi, evitare di proferire parole che diventano solo accanimento, violenza, aggressività e cattiveria in generale. Ci dovrebbe essere ma non c’è. Una...

Ci dovrebbe essere un limite entro cui fermarsi, evitare di proferire parole che diventano solo accanimento, violenza, aggressività e cattiveria in generale.

Ci dovrebbe essere ma non c’è. Una carica istituzionale deve consegnare a chi la rappresenta non solo uno “stile” da impersonare ma di più: deve far sentire a quel cittadino che un ministro è lì al servizio della comunità e a quella comunità deve rispetto. Anche e soprattutto quando qualcuno della comunità inciampa in una trasgressione, in un reato.

Viviamo in uno Stato di diritto? Se la risposta è ancora “sì”, allora non ci si può permettere di commentare un lutto con parole che oltrepassano il rispetto della persona morta, della sua famiglia e anche la sensibilità di una parte si spera ampia della comunità-popolo che, se l’umanità è ancora un valore proprio degli umani, allora deve emergere nella forma della più ampia indignazione.

Non si può accettare che lo Stato risponda con l’irrisione, il sarcasmo e l’ironia.

Non si può proprio accettare.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Ma intanto sono muti…

    Dunque pare deciso: le acque radioattive usate per raffreddare la centrale nipponica di Fukushima saranno riversate nell’Oceano Pacifico. Secondo il governo di Tokyo è la migliore soluzione possibile: i...
  • Concetti semplici

    Chiarezza, chiarezza sui vaccini. Su benefici e rischi. Le interviste di virologi rassicurano. Rassicuriamoci. Intanto le domande, i dubbi però diventano una tempesta cerebrale: fidarsi, non fidarsi? Affidiamoci ai...
  • Una minestra di sassi

    Lagarde: «La BCE ha una batteria di strumenti eccezionali da usare». Visti i precedenti, c’è da preoccuparsi nell’ascoltare queste parole. Nel peggiore dei casi è una batteria di cannoni...
  • Ucci, ucci

    Ma sì, forse è meglio, così ci si distrae un po’ dalla dura realtà dei tempi, dal flusso continuo di notizie desolanti sulla guerra dei vaccini, sulle esportazioni e...