Elogio di Salvini

Subito pensavo che fosse un quiz. Poi ho capito che era il ministro dell’Interno della Repubblica Italiana ad aprire la busta. Un po’ di suspense ma troppo comizio, troppi...
Il ministro dell'Interno Salvini legge l'atto di notifica della Procura della Repubblica sul caso "Diciotti"

Subito pensavo che fosse un quiz. Poi ho capito che era il ministro dell’Interno della Repubblica Italiana ad aprire la busta.
Un po’ di suspense ma troppo comizio, troppi commenti…
Per un attimo ho pensato che entrassero quelli di “Scherzi a parte”. Ma è una trasmissione ormai andata in pensione.
Tutto vero: commenti in diretta con ben 25.000 persone.
Tra il serio e il faceto apre la busta e ne legge il contenuto.
Geniale! Meglio di Berlusconi.
Nemmeno lui aveva mai condiviso documenti di una Procura della Repubblica in “streaming”. Forse perché non si usava e non c’era ancora venti e più anni fa.
In televisione sì, accadeva…
Geniale Salvini: comunicativamente. Rende partecipi in diretta decine di migliaia di persone e altre in differita.
Alla fine della giornata il video lo hanno visto più di un milione e mezzo di persone.
Solo Madonna o Vasco Rossi riescono a fare meglio.
Geniale. Dunque prestiamogli attenzione. Molta attenzione…

(m.s.)

toto: screenshot 

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • I seguaci

    La destra israeliana si ricompatta! Plaudono un po’ tutti dalle parti israeliane per questo ritrovato senso sionista, antidemocratico e incivile che pervade lo Stato ebraico: le provocazioni e le...
  • Italia – Mondo

    Mario Draghi urbi et orbi: «Siamo pronti ad accogliere il mondo in Italia». Ci vuole poco a superare la sinistra in buonismo ed accoglienza. E ora chi glielo spiega...
  • Per la memoria divisiva

    Il 28 aprile 1945 Mussolini veniva fucilato in nome del popolo italiano, per aver instaurato una dittatura feroce e sanguinaria per oltre vent’anni; per aver legalizzato il razzismo nel...
  • La vittima (quale?)

    Uno stupro è prima di tutto una violenza, un vilipendio fisico e morale di una persona. Chiunque essa sia. È una condanna prima per la vittima che per lo...