C’eravamo dimenticati che di lavoro si muore…

Ci eravamo un po’ dimenticati del fatto che ogni giorno si muore anche di lavoro. Un operaio di 27 anni è morto a Taranto in queste ore. E’ stato...

Ci eravamo un po’ dimenticati del fatto che ogni giorno si muore anche di lavoro. Un operaio di 27 anni è morto a Taranto in queste ore. E’ stato investito da un carrello su un nastro trasportatore.
A Roma, quasi nello stesso momento, un operaio dell’Atac moriva folgorato mentre tentava di aggiustare un pantografo.
L’altro giorno è toccato ad Abdesselem El Danaf, investito da un camion della ditta per cui lavorava.
Ci eravamo proprio dimenticati che si muore di lavoro, per il lavoro e nel lavoro.
“O vivremo del lavoro o pugnando si morrà”, cantava Turati un secolo fa… Qui i lavoratori crepano e nemmeno riescono a lottare. Quando ci provano, vengono messi a tacere con repressioni poliziesche e con finte promesse e con il Job act.
Un tempo almeno divenivano nomi e identità da ricordare negli scioperi di massa, generali, a singhiozzo. Oggi tutto tace, nulla si muove e noi continuiamo ad illuderci di vivere in una democrazia. Senza giustizia sociale, senza sinistra, senza comunisti, ma con tanti bravi cantori di odio, populismo e veri cattivi maestri.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto



leggi e sostieni

info Covid-19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • Prima Gallera e mo’ ratti

    Ma di cosa vi meravigliate? Del fatto che l’assessore alla sanità della Regione Lombardia invochi il legame tra Prodotto interno lordo e numero di vaccini da poter somministrare alla...
  • Sfaccettature nere

    Un assessore regionale veneto di Fratelli d’Italia canta “Faccetta nera” a “La Zanzara“. Ne viene fuori la solita esaltazione ipocrita della presunta “libertà” di pensiero e di espressione da...
  • Eminenti signorini

    Secondo alcuni alti prelati l’omosessualità si può curare. E’ una malattia. Secondo il conduttore di una nota trasmissione nazional-popolare (di cui è bene e pietoso tacere anche il nome,...
  • “Street food” un cazzo! (scusate il francesismo)

    Va bene che i quotidiani on-line diano la notizia del ritrovamento di un termopolio nella Pompei romana, con persino frammenti di cibo di oltre duemila anni fa… Ma che...