C’è una parola…

Lo sapevate? Se non lo sapete, tra poco lo saprete. Una nuova tessera nel mosaico che via via si compone e che ricalca il panorama della Repubblica di Weimar:...

Lo sapevate? Se non lo sapete, tra poco lo saprete. Una nuova tessera nel mosaico che via via si compone e che ricalca il panorama della Repubblica di Weimar: esclusione invece di inclusione, distinzione a fini di salvaguardia dell’italianità. A dire il vero, dicono i responsabili, l’abbiamo fatto perché non si creino “classi ghetto”.
Di cosa stiamo parlando? Di due istituti scolastici di Monfalcone, in provincia di Gorizia, che hanno stabilito una convenzione con il Comune secondo cui il tetto massimo dei bimbi “stranieri” negli asili sarà del 45%.
Oltre non si va. Circa una sessantina di ragazzini rischia di essere esclusa dalle scuole del proprio comune, ma per loro ci sarebbe già pronta una soluzione: uno scuolabus che li trasporterebbe in altri istituti di altri comuni limitrofi.
Io avrei un nome esagerato per una situazione che può assurdamente apparire normale in questa Italia decadente, vicina alle soglie del punto di non ritorno per sempre maggiori politiche “esclusiviste”.
Non pronuncerò quel nome, quel concetto. Ma figuratevi la scena, provate ad immaginare questi bambini che salgono sul pulmino e si vedono trasportati fuori dalla loro città, altrove anche se vicino…
Somiglia molto. Non è. Ma somiglia molto ad una…
La parola mettetecela voi. Poi vedremo se era la stessa che avevo e che ho pensato io.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Potermi dire…

    Non so voi, ma io non giro per strada con una pistola carica in tasca. Potete pure aggredirmi. Farò il possibile per difendermi, ma non sparerò mai a nessuno....
  • Vaccini e green pass: buonsenso al quadrato

    Il dubbio, la critica, la circostanziazione delle proprie idee non possono mai essere fini a sé stessi. Altrimenti si rischia di tradire proprio quello spirito che le voleva uniformare...
  • Scompensi studenteschi

    Un rapporto sulla DAD, la didattica a distanza adottata nel corso del biennio pandemico in cui ancora siamo immersi, redatto dai responsabili di INVALSI (l’Istituto Nazionale per la Valutazione...
  • Va’ dove ti porta la destra

    Lo pensavate che i danni maggiori li avrebbero fatti col referendum che voleva abolire il Senato e modificare radicalmente la Costituzione… Ed invece no… Non era per niente finita....