Un addio a Carlo Azeglio Ciampi

In questo Paese, dove lo stravolgimento dei nomi è consuetudine politica costante, per cui è illibertario ciò che viene chiamato libertà e antidemocratico ciò che viene chiamato democrazia, viene...

In questo Paese, dove lo stravolgimento dei nomi è consuetudine politica costante, per cui è illibertario ciò che viene chiamato libertà e antidemocratico ciò che viene chiamato democrazia, viene da rimpiangere ogni volta la dipartita dei vecchi dirigenti e statisti anche liberisti che hanno attraversato la vita del Paese.
E’ così che salutiamo Carlo Azeglio Ciampi. Nulla ci legava alla sue idee, soprattutto in politica economica: lui banchiere, ministro delle finanze e del tesoro, liberale.
Istituì nuovamente la parata militare del 2 giugno, ed anche questo è un atto che ci ha tenuto lontanissimi da lui anche come Presidente della Repubblica, restaurando una concezione muscolare di una data che, invece, dovrebbe essere di solidarietà sociale.
Rifiutò di svolgere un secondo mandato, a differenze di un suo successore che pure proveniva da fila più di sinistra di lui (se così si può dire…).
E, più indietro nel tempo, rifiutò di aderire alla Repubblica di Salò e divenne partigiano nelle fila del Partito d’Azione. Basta questo per salutarlo oggi come uomo, come combattente per una libertà allora negata e la cui negazione, ancora oggi, molti sognano in nome di maggiore governabilità.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto



info Covid19

antispecismo



sul tuo computer…

altri articoli

  • A Samuel Paty

    Se sento il nome di Samuel Paty penso alla scuola, penso a quei ragazzi francesi che studiavano con lui e che imparavano, a poco a poco, a vivere laicamente,...
  • La gentilezza è una carezza

    «Scusatemi se vi saluto da lontano». Una frase bella, un bel pensiero perché sommessamente gentile. Cortese al punto giusto. Rispettoso e generoso. In fondo basta davvero poco per esprimere...
  • Decreti di redenzione

    Pare che dopo cinque riunioni al Ministero dell’Interno, finalmente le forze della maggioranza di governo abbiano trovato la quadra per superare l’ignominia dei “decreti sicurezza” di impronta giallo-verde. Ce...
  • L’esercito delle mascherine

    Le mascherine da mettere ogni giorno su tutto il territorio nazionale sono una misura che condivido. Ma si può fare tranquillamente a meno della presenza dell’esercito per le vie...