Ricordatevi di disobbedire

Non mi va festeggiare un 8 marzo che è svilito dalla merceologia, dalle vendita delle mimose, dai cuoricini rossi dedicati dai maschi alle femmine, dagli uomini alle donne, da...

Non mi va festeggiare un 8 marzo che è svilito dalla merceologia, dalle vendita delle mimose, dai cuoricini rossi dedicati dai maschi alle femmine, dagli uomini alle donne, da donne a donne.
Non mi va festeggiare una festa che è un simbolo di rivendicazione di diritti civili e sociali solo per pochi, mentre per molti è solo il pretesto per festeggiare al ristorante per rispettare una cosa orrenda come la “tradizione”.
Per questo penso che il miglior modo per ricordare che voi maschi picchiate, sfruttate e sottomettete le “vostre” donne sia quello di riascoltare le parole di questa canzone di Ermal Meta:



“Ricorda di disobbedire”, ragazza, donna, anziana.
Ricordatevi di ribellarvi sempre alla violenza, alla sopraffazione, anche solamente verbale.
Chi vi insulta, chi vi picchia non ama. Possiede.
E la possessione va oltre il semplice maschilismo, il patriarcalismo, è un fenomeno disumano, alienante: è, in fondo, il principio della proprietà privata che sta alla base della società in cui continuiamo a vivere e a disobbedire.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Aiuti e aiuto

    Per un popolo che viene “aiutato” (lo metto tra virgolette sottolineando tutta la tragica ironia della doppia maledizione che si portano appresso questi tipi di sostegni interessati dell’imperialismo moderno),...
  • Contro e pro

    C’è ancora la Covid-19. C’è la guerra tra due imperialismi che si fronteggiano sulla pelle degli ucraini. La benzina è arrivata a 2.08 al litro. Gas ed elettricità vanno...
  • Dal Donbass alla Luna

    Nel 2026, al massimo nel 207, pare che un modulo italiano sia pronto a fare la sua discesa sulla Luna. Noi c’arriviamo sempre un po’ in ritardo agli appuntamenti...
  • Tradimenti

    La crisi economica e la guerra per Draghi non debbono essere delle scuse per tradire gli obiettivi sul grande sogno europeo sul contenimento delle emissioni di Co2. Ha ragione,...