My name is potato?

“My name is Potato”, cantava Rita Pavone nell’ormai lontano 1977. E faceva cenno all'”accento un po’ straniero dell’americano impero”. Ora si scopre che il celebre tubero sarebbe invece originario...
Rita Pavone e la Patata

“My name is Potato”, cantava Rita Pavone nell’ormai lontano 1977. E faceva cenno all'”accento un po’ straniero dell’americano impero”.
Ora si scopre che il celebre tubero sarebbe invece originario dell’Asia.
La canzone non si può cambiare e, del resto, era carina da canticchiare.
E poi… anche noi che pensiamo di essere europei, italiani, siamo in realtà tutti originari della zona del Corno d’Africa… Ma vallo a dire ai nuovi nazionalisti di oggi… sia della patata originale americana, sia di chi si scopre italiano per governare il Paese.

(m.s.)

foto: screenshot dal video “My name is Potato”

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • La bara di Shireen

    Non rispettano i vivi, perché mai dovrebbero rispettare i morti. E quando i vivi portano i morti sulle loro spalle, li accompagnano con le bandiere palestinesi e cercano di...
  • Il pene sul cappello

    Saranno anche “episodi“, “casi isolati“, “goliardie” cameratesche ma, comunque le si voglia chiamare, restano delle gran schifezze quasi predatorie. Mani morte, tentate slinguazzate, approcci sessuali più o meno spinti....
  • Mea et vestra culpa

    Adesso, via, forza… accusate nuovamente anche il papa di essere “putiniano“, caso mai non l’aveste già fatto. O, piuttosto, di essere un “pacifinto“, uno che vuole la pace “perché...
  • Invettiva in vettura

    La civiltà di un Paese, si diceva un tempo, la si poteva evincere dal modo in cui teneva le proprie carceri. Ho sempre pensato che fosse una mezza, ma...