Il “ministro” di dio

In tutta l’ipocrisia regnante nelle visite dei capi di Stato ad altri capi di Stato, spicca la genuina spontaneità del papa. Francesco, che è persona estremamente intelligente sul piano...

In tutta l’ipocrisia regnante nelle visite dei capi di Stato ad altri capi di Stato, spicca la genuina spontaneità del papa. Francesco, che è persona estremamente intelligente sul piano teologico quanto sul piano politico, ha digrignato il viso quando ha incontrato Trump. Pochi sorrisi, dunque, cordialità di prammatica e, colpo di genio, il regalo: l’enciclica sull’ambiente.
Ci sono molti modi per dare messaggi ai propri avversari, anche ai propri nemici. Francesco sarebbe un ottimo ministro degli esteri della Repubblica Italiana. Forse anche un buon capo di governo.
Che ne dite… torniamo allo Stato della Chiesa?

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Harry d’America

    Trump è un pericolo. Lo si sa. Per batterlo servono tutte le armi democratiche possibili. Anche quelle più inaspettate: un appello apprezzabile del principe Harry e di sua moglie...
  • Libri per Fausto Leali

    «Mussolini ad esempio ha fatto delle cose per l’umanità, le pensioni, ma poi è andato con Hitler. Il quale nella storia era un fan di Mussolini». Così virgolettano i...
  • Tutto si lega

    Eh sì, cari compagni della “memoria condivisa“… giusto un “pochino” di responsabilità anche della morte di Willy l’avete voi. Considerando meritevoli di ricordo repubblichini, fascisti di vario genere e...
  • L’arte di saperla comunicare

    A differenza di altri critici, Daverio non aveva bisogno di urlare per costruire su di sé un personaggio. La pacatezza delle sue riflessioni e il modo con cui spiegava...