Gli “impuniti”

Peggio di noi solo Brasile ed Israele. Così ne esce la scuola italiana in un rapporto in merito al rispetto degli insegnanti da parte degli studenti. Un tempo a...

Peggio di noi solo Brasile ed Israele. Così ne esce la scuola italiana in un rapporto in merito al rispetto degli insegnanti da parte degli studenti. Un tempo a Roma li chiamavano “impuniti”, nel gergo popolar-dialettale.
Ed ora domandiamoci pure dove abbiamo sbagliato noi che studenti lo siamo stati e che forse un po’ più rispettosi lo eravamo.
Forse si percepiva ancora un senso comune, una sorta di coinvolgimento singolo in un tutto in cui facevi la tua parte, trasgredivi anche qualche regola, ma poi formalmente dovevi il rispetto alla persona se non proprio all’istituzione che magari un giorno avresti anche giudicato “borghese”.
Non è ribellismo, non è coscienza critica che emerge: è maleducazione, quindi cattiva educazione al rispetto dell’altro da noi. Qualcosa di molto evangelico, dunque sociale, dunque socialista.
E, si sa dai tempi di Rosa Luxemburg: “Socialismo o barbarie”. Secondo voi dove stiamo?

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Donne su donne

    Il giustificazionismo ha delle striature di ambiguità che lo rendono, molto spesso, molto pericoloso. Tra le pieghe sue pieghe si nascondono detti e non detti, campi aperti lasciati all’immaginazione...
  • Light and heavy

    Draghi e Salvini si accordano sull’approvazione del Green pass alla Camera dei Deputati. Non si sa bene chi abbia convinto chi. Ma poco importa: l’estensione “light” del Certificato verde...
  • A Khasa Zeman

    Khasa Zeman è l’uomo a sinistra nella foto. Accanto a lui c’è un suo aguzzino, un miliziano talebano che lo irride. Era un comico, Khasa, che ha sempre satireggiato...
  • Disperato, povero Afghanistan

    Vent’anni di guerra in Afghanistan, di missioni militari, di occupazioni e di depredazioni di risorse energetiche. Vent’anni (e più) di risiko asiatico, tra i confini dell’ex Urss, l’Iran islamico...