Ballottaggi? Fate come San Marino

Ai ballottaggi basterebbe seguire le parole di un grande mite santo che dalla Dalmazia si stabilì al confine tra le odierne Marche e la Romagna. Sembra che San Marino,...

Ai ballottaggi basterebbe seguire le parole di un grande mite santo che dalla Dalmazia si stabilì al confine tra le odierne Marche e la Romagna. Sembra che San Marino, sul letto di morte, circondato dai frati dell’eremo su cui aveva costruito la comunità che sarebbe diventata la Repubblica più antica d’Europa, abbia detto: “Vi lascio liberi da ambedue gli uomini”. Liberi dall’imperatore e dal papa.
Ecco, lasciatevi liberi da entrambi gli uomini o le donne che, come centrosinistra e centrodestra, si contenderanno le poltrone di sindaco tra qualche giorno. Lasciatevi liberi di tornare indipendenti, non solo timidamente autonomi. Liberi di costruire la sinistra di alternativa.
Il coraggio di Marino è stato grande: sfidare due autorità potentissime, sempre in contrasto tra loro per il potere che derivava dalle ricchezze di vasti territori sia in Germania che in Italia.
Lasciatevi liberi dai poteri che appaiono diversi e che sono, invece, così simili. Se non uguali fra loro in molti casi…

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto



ecosocialismo

altri articoli

  • Priorità

    La Germania corre ai ripari per il gas, l’Italia si dibatte sulla sopravvivenza o meno del governo Draghi. Ognuno, è drammaticamente vero, ha le sue priorità… (m.s.) 12 luglio...
  • Aiuti e aiuto

    Per un popolo che viene “aiutato” (lo metto tra virgolette sottolineando tutta la tragica ironia della doppia maledizione che si portano appresso questi tipi di sostegni interessati dell’imperialismo moderno),...
  • Contro e pro

    C’è ancora la Covid-19. C’è la guerra tra due imperialismi che si fronteggiano sulla pelle degli ucraini. La benzina è arrivata a 2.08 al litro. Gas ed elettricità vanno...
  • Dal Donbass alla Luna

    Nel 2026, al massimo nel 207, pare che un modulo italiano sia pronto a fare la sua discesa sulla Luna. Noi c’arriviamo sempre un po’ in ritardo agli appuntamenti...