Aiutiamo “Contro la crisi”

Care lettrici e cari lettori di Controlacrisi.org, il nostro sito rischia di chiudere. Interessa a qualcuno? Dopo circa sette anni di produzione continua e ininterrotta, di presenza visibile e...

Care lettrici e cari lettori di Controlacrisi.org,
il nostro sito rischia di chiudere. Interessa a qualcuno? Dopo circa sette anni di produzione continua e ininterrotta, di presenza visibile e coerente, siamo arrivati al punto di non avere più un euro nemmeno per pagare il server. E se non paghiamo il server ci spengono.

Purtroppo le donazioni si sono interrotte, e comunque sono fortemente declinanti. Capiamo anche perché. Forse in molti pensano che la nostra resistenza alla fine ci abbia permesso di superare la prova per la nostra esistenza. Non è così. E’ una grande ingenuità crederlo. Il solo “5 per mille non basta”. Fino ad oggi siamo andati avanti con le donazioni e con il volontariato (dei redattori). Ora non è più possibile perché le casse sono vuote.

L’indipendenza si paga. E ora questo assunto di base lo sentiamo tutto sulla pelle. Controlacrisi.org ha sempre tenuto fede all’impegno preso con i lettori di riuscire a produrre quanto più “orizzontalità” possibile per quanto riguarda l’importante risorsa dell’informazione. Ovvero uno scambio onesto e qualitativamente apprezzabile di contenuti. Contenuti utili alla lotta e all’impegno sociale e politico, certo. Questo, però, ad un certo punto ha cominciato ad avere un costo. Resistere per così tanto tempo, praticamente in quasi totale assenza di mezzi di sostentamento, ci ha portato ad “esaurire il carburante”. Resistere, garantendo tempestività, contestualità, notizie, approfondimenti, originalità, inchieste, non è una sfida da poco.

…continua a leggere su Contro la crisi.org…

RED.

da Contro la crisi.org

categorie
Cronache



ecosocialismo

altri articoli