Codice Rocco

  • Perché prendersela con la DIGOS?

    Appena caduto il fascismo, l’Italia mussoliniana si intreccia con quella antifascista. La formazione tecnica della polizia finisce in mano a Guido Leto, ex capo dell’OVRA, i magistrati che avevano inflitto secoli di galera e confino agli oppositori non sono epurati, ci teniamo il codice Rocco, i docenti fascisti, persino...
  • L’inganno della bontà dell’ergastolo

    La vicenda spettacolare di Cesare Battisti, con tanto di inciampi ministeriali nei video di propaganda governativi, consente di riprendere un argomento che a molti potrà apparire trascurabile, “con tutti i problemi che abbiamo” (la frase retorica la aggiungo prontamente io, così evitiamo tante inutili lagnanze), ma che invece attiene...
  • Dal giorno alla notte: l’azione legislativa piegata ai riflettori delle Tv

    Una considerazione nel merito dell’immane pasticcio combinato alla Camera dei Deputati in relazione alla riforma della legittima difesa. Una prima modifica del Codice penale si era già verificata nel 2006 (governo Berlusconi, ministro dell’interno Maroni), qualificando come “legittima difesa con armi proprie e improprie in caso di violazione di...