Rap(inatori)

Due rapper romani di cui non riesco nemmeno a pronunciare il nome (mi sembra più complesso di concetti tedeschi espressi con parole similmente lunghe come “supercalifragilistichespiralidoso”), a fine concerto...

Due rapper romani di cui non riesco nemmeno a pronunciare il nome (mi sembra più complesso di concetti tedeschi espressi con parole similmente lunghe come “supercalifragilistichespiralidoso”), a fine concerto hanno rapinato e picchiato un loro ammiratore, un fan: in due contro quattro, di cui uno minorenne.

Confesso che questa ancora mi mancava tra le “figurine” dell’umanità autolesionista: ma come… io vado al concerto dei miei “idoli” e questi mi menano e mi derubano del cellulare, mi corcano di botte e mi inseguono…?

E siccome già ci sono, mentre mi rincorrono si imbattono in una persona che aspetta l’autobus. Un uomo sui cinquant’anni proveniente dal Bangladesh (questo è invece molto facile da scrivere come termine) che per il fatto di non essere dello stesso colore della pelle dei due viene fatto oggetto di calci e pugni con tentativo di fregare pure a lui il cellulare.

Ora, la domanda è, ma i due cosiddetti rapper romani guadagnano così poco da dover picchiare fans e ignari passanti per racimolare soldi e cellulari?

Diamogli una mano, riempiamo i locali dove suonano! Se non per la loro musica (posso solo immaginare che roba sia…) per evitare nuove aggressioni agli ignari cittadini della capitale!

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • Resistere ancora

    “Resistere, resistere, resistere“, aveva detto Francesco Saverio Borrelli in tempi in cui attorno alla magistratura la politica faceva il deserto e il cosiddetto “popolo” provava invece a trovare una...
  • C’è popolo e popolo

    “L’hai ucciso tu, col tuo sasso!“, mi riecheggia ancora nelle orecchie. Da diciotto anni a questa parte… Rivedo il corteo dei migranti del giorno prima: risento le voci dei...
  • Oscurante

    L’ultima azione rivoluzionaria di Camilleri sarà oscurare Salvini per un giorno, forse più, nei tg e sui giornali. Grazie anche di questo, maestro. (m.s.) foto tratta da Flickr su...
  • Legittimazioni

    Va bene, caro sindacato. Tu quando il governo ti convoca vai a Palazzo Chigi. Ma se ti convoca il Presidente del Consiglio o il Ministro del Lavoro.Che diavolo mai...