Violenza verbale

Quarantotto ore, forse nemmeno precisamente tali, quelle che sono intercorse tra una richiesta di messa in stato di accusa del Presidente ad una sua repentina archiviazione. Uno scivolone può...

Quarantotto ore, forse nemmeno precisamente tali, quelle che sono intercorse tra una richiesta di messa in stato di accusa del Presidente ad una sua repentina archiviazione.
Uno scivolone può capitare a tutti. Ma i toni sono stati durissimi, hanno esagitato gli animi dei tanti protagonisti del pentastellatismo telematico che hanno offeso, minacciato il Capo dello Stato.
Offese e minacce brutali. E’ questo che più mi interroga: come è possibile non riuscire un attimo a fermarsi, a ragionare, a scorrere dichiarazioni, ad ascoltare… Ecco. Ascoltare. Manca anche questa pratica singola e sociale: mettersi in ascolto e poi, ovvio, discutere, esprimersi.
Invece questa sembra sempre più una società tornata ad un medievalissimo anatemismo popolare fatto di gogna, berlina, condanna a priori.
Lo ripeto: c’è un dramma economico che ci investe, una crisi politica ed istituzionale evidente. Ma c’è anche un grande problema tutto sociale che è di natura culturale, civica.
Come recuperare civismo (civiltà) e cultura (consapevolezza) di ciò che si assimila e di ciò che si dice? Come tornare ad avere rispetto reciproco e, quanto meno, tolleranza per le opinioni e le azioni (anche) altrui?
Ragioniamoci…

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto

altri articoli

  • Gatticidio

    Dunque, la grande inchiesta dei giornali telematici e non di due giorni fa è il gatto ucciso e cucinato da un migrante per strada. E’ un orrore, certo. Non...
  • Mascherina mia, mascherina tua

    Ce lo dobbiamo dire: le manifestazioni sono socialità e servono a ripristinare il carattere popolare della politica. Ne ho vissute tante e spero di viverne ancora molte. Però, se...
  • Riconoscersi

    Se siamo i primi noi a non ritenere centrale l’abolizione della proprietà privata dei mezzi di produzione, non possiamo pretendere che i lavoratori sentano il bisogno di una simile...
  • Il sorriso di Alex

    Alex Zanardi ha messo tutto sé stesso negli sport che ha praticato. Sport veloci, dove l’adrenalina si fa sentire, dove la libertà si esprime proprio nell’accelerazione, nel distacco dalla...