Tutte le false speranze del grande mercato globale

Madide nottate, calura insopportabile che tuttavia bisogna sopportare, abitudine a tirare tardi la sera. Perché di notte ci si avvicina ad una foscoliana quiete, magari non proprio fatale, ma almeno più distensiva del chiarore del giorno che richiama all’esercizio costante della vita. Una fatica… A me l’estate è sempre piaciuta e ne farei la stagione delle stagioni, le dedicherei tutto l’anno, pur essendo consapevole che la particolarità di ogni parte dell’anno è preziosa, è pure gradevolmente auspicabile dopo un po’: siamo esseri certamente abitudinari, noi umani, ma siamo anche esseri che scadono presto nella noia, nella ripetizione non congeniale di eventi, fatti che si dispongono a mo’ di ritmi e che ci perseguitano fino a farci dire: “Giorni tutti uguali“. … Leggi tutto Tutte le false speranze del grande mercato globale