neofascisti

  • Svolta al Salone del Libro: Altaforte è fuori

    Alla fine il Comune di Torino e la Regione Piemonte hanno chiesto la rescissione del contratto di Altaforte per il Salone del Libro, che questa mattina aprirà i propri battenti al Lingotto. La decisione di chiedere l’esclusione della casa editrice vicina a CasaPound è stata presa nella serata di...
  • Puzza di Bruciato

    “Li vogliamo vedere tutti impiccati, bruciati”. “Troia, ti stupro”. Sono i sentimenti degli italiani autoctoni per i rom… Una famiglia rom. Una. Di rom provenienti dalla martoriata Bosnia. Una famiglia che ha richiesto legalmente il permesso per avere una casa. Una famiglia. Ma fossero anche cinque, dieci… Che diritto...
  • Elogio, a malincuore, del “bizantinismo”

    Di “bizantinismi” moderni se ne trovano davvero pochi nel senso diciamo “nobile”, concreto del termine stesso: oggi sono rari i casi di “scolasticismo” dei temi, di trattamento delle problematiche attraverso un avvitamento anche autoreferenziale che potrebbe trovare in Gramsci il miglior nemico. Ed è un peccato, in fondo. Lo...
  • Egemonia culturale e pensiero critico: i nodi in scena a Torino

    Un merito a Christian Raimo bisogna riconoscerlo. Ha lacerato il velo di ipocrisia che nel corso degli anni ha avvolto l’appuntamento più importante dell’editoria italiana, ovvero il Salone del libro di Torino. Con un post, poi cancellato, inviato sulla sua bacheca di Facebook lo scrittore italiano ha compiuto quell’atto...
  • L’errore dell’ANPI e degli altri che disertano il Salone del Libro

    Nel 1924 Adolf Hitler iniziò la stesura del suo libro, il “Mein kampf” (“La mia battaglia“). Il testo, almeno nella sua prima redazione scritta a macchina e meditato a lungo in pochi mesi di carcere dopo il tentativo di colpo di Stato in Baviera, non era adatto a masse...
  • «Stupro di gruppo», arresti in Casapound

    L’avevano fatta bere, le avevano detto che c’era un festa. Poi l’hanno picchiata, hanno abusato di lei per ore e hanno ripreso tutto con gli smartphone. Vallerano, provincia di Viterbo, i protagonisti di questa storia vengono da qui. Sono tutti militanti o simpatizzanti di Casapound: lo è la vittima,...
  • La nuova sinistra fuori dagli schemi del riformismo

    La costruzione del “soggetto politico” è un tema dibattuto dagli albori della politica stessa, di quella vita della polis greca che ha creato il sistema democratico e ha ispirato il concetto di “governo del popolo” così grandemente violentato e vilipeso durante oltre cinquemila microbici anni di storia umana col...
  • Salvini e Di Maio giocano con il 25 aprile

    «Se sarà premier parteciperà ai festeggiamenti per il 25 aprile?», chiedeva il Corriere della Sera a Matteo Salvini alla vigilia delle ultime elezioni. E lui rispondeva: «Sì, certo. Sarà mio dovere essere presente». Premier non lo è diventato, ma vice sì e smentendosi alla prima occasione ha deciso di...
  • Il 25 aprile antifascista di cui l’Italia ha bisogno

    “Violenze e sopraffazioni di minoranze etniche. Fanatismi. Nazionalismi galoppanti. Clamorose retromarce persino rispetto ad assodate verità scientifiche, oscurantismo e bigottismo”. Questo è il quadro di vero e proprio deterioramento culturale e morale dentro il quale ci troviamo a vivere in questa drammatica fase della storia. Il ritorno di un’ideologia...
  • Tripoli, bel suo elettorale per i sovranisti

    Ciò che sta accadendo in Libia ha un riflesso obbligato non solo sulla politica internazionale più prossima, quella europea e, principalmente, quella italiana, ma si ripercuoterà sulla pelle di persone disperate che già seguivano tratte della vendita schiavistica, dell’orrore delle torture e di morte per annegamento nel Mediterraneo. La...
  • Torre Maura salvata dai ragazzi (a scuola)

    Il buonsenso dimora nelle teste e cammina sulle gambe degli adolescenti. Giovani e giovanissimi nati e cresciuti in quelle borgate trasformate in periferie perché qualcuno, ieri come oggi, ha voluto e vuole così. Diventate prede e terre di conquista di una destra aggressiva, famelica e forte con i deboli,...
  • Torre Paura

    All’intervistatrice che le fa la domanda, la signora di Torre Maura replica: “Ma noi non siamo razzisti. Vede… l’ha ci sono degli alberi che sono caduti e stanno lì da ottobre. Da ottobre! Qui c’è una dimenticanza nei nostri confronti…”. Si riferisce al Comune di Roma, ovviamente. La domanda...
  • Verona, lo spazio ideale per l’estrema destra

    Il World Congress of Families (Wcf), che si terrà in questi giorni a Verona, sbarca in Italia. Alla sua tredicesima edizione, dopo aver toccato nelle ultime edizioni Georgia, Ungheria e Moldavia, giunge per la prima volta nel nostro Paese. E la scelta di Verona, come sede, non è per...
  • Fascisti «normali» del terzo millennio all’anniversario dei fasci combattenti

    Teste rasate e bomber c’erano, e non potevano certo mancare. Ma non erano maggioranza. Quello che più colpiva era la “normalità” dei presenti. Ragazzi e ragazze che potresti incontrare tutti i giorni al bar. Nel look, nell’aspetto, nella “normalità” appunto. Sgomberiamo il campo da inesattezze: non era un raduno...
  • A Milano concerto nazi-rock e omaggio al sacrario fatto erigere da Mussolini

    Più organizzazioni neofasciste si preparano a celebrare a Milano il centenario della fondazione dei Fasci di combattimento. Già da mesi Casa Pound ha promosso un concerto commemorativo nazi-rock (in un dancing, lo Space 25 di via Toffetti, periferia sud-est di Milano), con l’esibizione di diverse band musicali, in primis...
  • L’Europa tra liberismo sfrenato e voluta illiberalità di Orbán

    Al suo terzo mandato da capo del governo ungherese, Victor Orbán, rappresenta ormai l’antitesi di destra estrema rispetto al liberismo macroniano e merkeliano; soprattutto ora che si accinge ad incontrare un nuovo leader sovranista e populista, dopo Marine Le Pen. La linea dura, intransigente contro i migranti si sposa...
  • “…e ho detto tutto!”

    CasaPound sostiene il governo Conte. Peppino De Filippo avrebbe chiosato: “…e ho detto tutto!”. (m.s.) foto tratta da Pixabay...
  • Berlusconi, lo sdoganatore del fascismo al governo

    Il fantasma del fascismo aleggia sulla versione italiana della «crisi della democrazia». Gli avvenimenti recenti sono l’aspetto contingente di lineamenti lunghi, non lineari. Naturalmente bisogna fare attenzione ai modi in cui si usa il termine «fascismo». Il nostro presente italiano grava la politica anche di pesanti eredità storiche. Il...
  • Meno male che Silv… che noi ci siamo

    Titolano i giornali: “Berlusconi: stop a Salvini su CasaPound”. Meno male che Silvio c’è. Ma guardate un po’ se dobbiamo sperare nel Cavaliere per arginare il fenomeno delle destre fasciste. Proviamo a farlo anche senza di lui, da sinistra. Da una sinistra che è antifascista perché rifiuta i rigurgiti di...
  • Due mazzate? Ma anche no!

    “Anche due mazzate però…”. No. Io sono abituato ad evitare la violenza come strumento politico. Lavoro, nel mio piccolo, per il ritorno alla delegittimazione delle organizzazioni neofasciste, xenofobe e razziste, per il ritorno della vergogna dell’essere fascisti. Lo faccio parlando, scrivendo. C’erano molti modi di sostenere la Resistenza: chi...
  • La violenza politica si sconfigge con la coscienza di classe

    La violenza politica non è mai un fatto isolato, astraibile dal contesto complessivo della vita sociale di tutte e tutti noi. Anzi, la violenza politica è l’ultimo, più avanzato stadio di un miscuglio di rancori e di odi che sono composti da risentimenti fatti di paure alimentate tanto da...
  • Macerata, partecipare è inevitabile

    La staffetta partigiana Lidia Menapace, 94 anni, è salita sul pullman a Bolzano questa mattina alla cinque. Destinazione Macerata. «Era inconcepibile pensare di impedire una manifestazione pacifica e antifascista, Minniti non ha scusanti. Che abbia messo fascisti e antifascisti sullo stesso piano a me, che la Resistenza l’ho fatta,...
  • Carta (straccia)

    “Onore ai camerati caduti”. E disonore all’Italia che vede sfilare per le vie della capitale uno spartano serpentone di alcune centinaia di fascisti orgogliosamente tali. Saranno del primo, del secondo millennio… E pensare che sono vietate le manifestazioni fasciste, la riorganizzazione del disciolto partito fascista. Ma i divieti, anche...
  • Per non essere circondati dal neofascismo

    La voglia della ricerca della teatralità, quindi della cassa di risonanza mediatica, è evidentissima. Ma la domanda è: perché è superlativamente evidente, pertanto non occultabile o trascurabile anche in minima parte? Ho guardato e riguardato il video in cui questi ragazzotti con i giubbotti neri e le teste più...
  • L’estrema destra cresciuta all’ombra del «berlusconismo»

    Il «caso Ostia» non rappresenta solo l’inquietante prospettiva che in un territorio segnato dall’abbandono da parte della politica, e dalla contemporanea presenza di una sorta di welfare malavitoso, l’estrema destra possa fare significativamente breccia. C’è un altro indizio importante che è arrivato dal voto del litorale romano e che...
  • «Vietare una nuova marcia su Roma»

    Vietare la «marcia dei patrioti» il prossimo 28 ottobre a Roma – 95esimo anniversario dalla marcia sulla Capitale dei fascisti di Mussolini nel 1922 – e sciogliere Forza Nuova. È la reazione dal Pd alle sinistre (Mdp, Sinistra Italiana, Possibile e Rifondazione), all’iniziativa annunciata dal gruppo di estrema destra...
  • Milano ferma i nostalgici nazifascisti

    Questura e prefettura hanno vietato a Milano la parata nazifascista prevista per la mattina del 25 aprile al Campo 10 del Cimitero Maggiore. La decisione è stata presa dopo forti pressioni, esercitate da un ampio fronte antifascista, nei confronti anche del sindaco e dell’amministrazione comunale, composto da Anpi, Aned...
  • La sinistra del compromesso sul lavoratore costretto a pisciarsi addosso

    Non credo nei generici appelli che vorrebbero impedire la perdite di umanità da parte dell’umanità stessa. Non ci si può appellare a qualcuno che ha già smarrito quello che avrebbe invece dovuto valorizzare. Ma si può fare qualcosa di meglio: si può evitare di rincorrere, come soluzione all’avanzata delle...
  • Genova, “Fuori i fascisti dalla nostra città”

    Annunciata per sabato 11 febbraio, in un luogo ancora da definire, la kermesse che potrebbe far convogliare nel capoluogo ligure svariati gruppi europei di stampo fascista e neonazista. Il convegno “Per l’Europa delle Patrie”, organizzato da Forza Nuova, si prospetta come la solita messinscena vergognosa e dovrebbe ospitare tra...
  • L’antifascismo genovese pilastro fondamentale della democrazia

    La notizia è questa, nota già da alcuni giorni: Sabato 11 febbraio l’ultradestra si riunirà a Genova con due ospiti “d’onore”: il tedesco Udo Voigt, parlamentare europeo con simpatie neonaziste, e il francese Yvan Benedetti, leader di un movimento estremista sciolto dal Governo nel 2013 dopo l’uccisione di un...
  • Destre europee a raduno a Coblenza: «Via Merkel, Hollande e Renzi»

    Sperano di essere i futuri leader europei e almeno un paio di loro potrebbero farcela davvero. Di sicuro proveranno insieme a dare la spallata finale all’Europa, quella capace di metterla in ginocchio una volta per tutte. «Il 2016 è stato l’anno in cui si è svegliato il mondo anglosassone....
  • Liberamente ignoranti

    A Roma la targa in ricordo di Giacomo Matteotti è stata mandata in frantumi. A Vicenza i naziskin chiedono la messa al bando dell’ANPI e un processo per tutti i partigiani. Ciò che scandalizza non è un pezzo di marmo rotto o una richiesta: ciò che scandalizza è che...
  • Bologna, 2 agosto: sono state le BR o gli anarchici!

    C’è un video, realizzato da Il Fatto quotidiano.it, dove viene molto semplicemente chiesto cosa è accaduto a Bologna il 2 agosto del 1980. Quasi tutti i giovani intervistati rispondono: la strage della stazione. Soltanto uno si confonde e parla di un campanile con l’orologio. Ma, se tutti sanno cosa...
  • 30 giugno, Genova: la vittoria della democrazia

    Il 30 Giugno 1960 Genova scendeva in piazza per respingere il tentativo fascista di svolgere il proprio congresso nella città medaglia d’oro della Resistenza: seguirono giorni di grande tensione e mobilitazione popolare in tutto il Paese, con una forte repressione poliziesca: vi furono 5 morti a Reggio Emilia, a...
  • Due passi indietro e nessuno avanti

    Parigi e Caracas sono lontane, ma le ultime tornate elettorali sembrano accomunare in qualche modo la Francia laica e repubblicana con il Venezuela socialisteggiante. Le regionali francesi e le politiche venezuelane assegnano la maggioranza dei consensi a forze di destra, reazionarie: e questo è l’unico elemento in comune che...
  • La Francia all’ombra della fiamma?

    All’ombra della fiamma del Front National? E’ questo il dilemma che tra poche ore sarà svelato dopo il voto per il rinnovo dei consigli regionali francesi. Marine Le Pen è stata abile nel dare al partito che fu di suo padre, il negazionista Jean Marie (espulso per le continue...
#iorestoacasa

Dubbi sul Coronavirus? Ecco domande e risposte dal sito dedicato dal Ministero della Salute