governo Renzi

  • La Ue non si fida: flessibilità vincolata

    Il sisma è un terremoto anche politico. E’ più silenzioso e discreto di quello che si è abbattuto sul Centro-Italia, ma scuote dalle fondamenta il governo di Matteo Renzi. Bruxelles fa sapere di non aver affatto apprezzato la lettera di risposta del ministro Padoan ai rilievi avanzati dalla Ue....
  • Il governo di Superciuk, parte II

    Quando non si fa tutto (per esempio la patrimoniale) ma di tutto per fare cassa (anche favorire l’evasione fiscale dei ricchi per conto terzi). Per la serie “Superciuk numero 2: il governo che ruba ai poveri per donare ai ricchi” vale la pena di registrare un’ulteriore segnalazione dopo quelle...
  • Il governo di Superciuk: i poveri in mano agli evasori fiscali

    Questa è la notizia riguardante il testo della manovra inviata alle Camere: Cambia la clausola di salvaguardia. Il Governo prevede di incassare 1,6 miliardi dalla voluntary disclosure. Nel caso in cui non si centrasse l’obiettivo, si prevede che minori incassi vengano coperti con “riduzioni degli stanziamenti iscritti negli stati...
  • Perché Renzi non ama i giovani

    Chiederselo è inevitabile: ma Renzi odia i giovani? A sentirlo si direbbe il contrario. Anzi, è tutto uno sproloquio giovanilista, pur se di maniera. Ma le parole costano poco, e i fatti raccontano una storia opposta. Il grande rottamatore, oltre ai suoi nemici politici, ha rottamato soltanto i giovani....
  • Fino al 3 dicembre

    Ma quanta foga e quanta difesa del debito pubblico italiano da parte del governo in sede europea. Non s’era mai vista prima. Del resto, si avvicina il referendum del 4 dicembre e, quindi, bisogna mettere in scena qualunque atto possibile che possa persuadere l’opinione pubblica della sincerità messa nello...
  • La conferma: Equitalia non sparisce

    “Equitalia cambia nome. Ma non casa. Troppo difficile inglobarla nell’Agenzia delle entrate, per vincoli costituzionali, contrattuali e forse di buon senso. Così, l’ultima soluzione, accarezzata dal governo, è quella di trasformare Equitalia in una partecipata pubblica, magari al 100% proprio dall’Agenzia (ora è al 51%, l’altro 49% dell’Inps). Una...
  • Tutto come da copione

    Non mancava che la benedizione finale della Casa Bianca. Dopo i pubblici sostegni ottenuti da Angela Merkel, Sergio Marchionne, J. P. Morgan, Confindustria, dall’ambasciatore statunitense in Italia e dal commissario europeo Moscovici, Barack Obama ha chiuso il cerchio di sostegno alla controriforma costituzionale del governo Renzi. Del resto, vi...
  • Con che armi l’Arabia Saudita sta facendo la guerra allo Yemen?

    Si registrano in questi giorni le punte più alte di tensione nel conflitto che si sta combattendo nello Yemen, lungo il confine con l’Arabia Saudita. Di pochi giorni fa la strage a Sana’a, capitale dello Yemen e patrimonio Unesco, con la morte di 155 persone causata dai raid aerei...
  • Captationes benevolentiarum

    Renzi: “Pagare meno, pagare tutti”. Peccato che la defiscalizzazione garantita ai padroni, per avere la loro concessione ad assumere qualche giovane precario, sia il contrario di queste plateali captationes benevolentiarum che ci dispensa al solo fine di raccattare consensi alla eversiva causa del “sì” decembrino. (m.s.) foto tratta da...
  • Una manovra inquietante

    Un esame più attento dei provvedimenti “annunciati” nella manovra finanziaria approntata per il 2017 dal governo Renzi fa scoprire aspetti abbastanza inquietanti. Si noti bene che non si scrive a caso di provvedimenti “annunciati” perché, come al solito, manca la stesura definitiva del testo: tanto è vero che sono...
  • Una manovra falsa e tendenziosa

    Il problema della manovra non è il deficit, perché sul deficit – spending si può sicuramente aprire un discorso politico serio se ad esso si affidano serie politiche di sviluppo di tipo keynesiano, in un quadro di programmazione e di intervento pubblico in economia di stampo socialdemocratico destinato a...
  • Un governo pericoloso

    Mi permetto disturbarvi a distanza di poche ore per denunciare la gravità della scelta compiuta dal Governo Italiano, senza passare dal parlamento, al riguardo della partecipazione di soldati italiani alla manovre NATO che si svolgeranno in Lettonia, ai confini con la Russia, nel 2017: in una situazione delicatissima a...
  • Il piano Marchionne è diventato il piano Renzi

    C’è un dottore, Daniele Pigoli, che gira per Brescia – stetoscopio, camice e tutto il resto – e rilascia certificati di “sana e robusta Costituzione” a chi pronuncia un No deciso. Dalle spiagge di Pescara e Venezia sono stati avvistati dei “pedanò”, imbarcazioni a pedali schieratissime contro la riforma...
  • Il governo “sociale” che taglia il sociale. Come sempre

    Qualche dotto economista saprebbe liberisticamente spiegarmi in poche parole come mai una azienda, per assumere nuova forza lavoro, nuovi addetti, nuovi giovani in cerca di speranza e vita, deve in qualche modo essere incentivata a farlo attraverso una diminuzione delle tasse da parte del governo. Perché di questo si...
  • La fabbrica del vincitore

    Con furbizia Renzi assicura che la legge elettorale si può anche cambiare: basta non scalfire il ballottaggio, il segreto dell’Italicum. Il premier assimila il ballottaggio all’elezione diretta dei sindaci, che però è proprio un’altra cosa. Nelle città il secondo turno è orientato all’espressione diretta della carica monocratica. Nel ballottaggio...
  • Le pensioni tra comunicazione e mistificazione governativa

    Sono solo proposte avanzate verbalmente, neppure sulla carta di progetti legislativi, ma quanto è stato discusso tra Governo e Sindacati sul terreno delicatissimo delle pensioni è già oggetto da parte degli organi d’informazione di una vera e propria campagna di mistificazione. La realtà viene nascosta da titoli devianti rispetto alla...
  • Alla guerra, alla guerra!

    Mentre l’ambasciata USA a Roma non trova di meglio che intromettersi nelle vicende referendarie italiane sostenendo il Sì alle deformazioni costituzionali, il governo italiano rompe gli indugi e si presenta sul teatro di guerra libico come protagonista inviando sul posto una portaerei e un nucleo di paracadutisti. E’ necessario...
  • Un “NO sociale” al referendum di Renzi

    USB ha rinviato lo sciopero generale già indetto per il 23 settembre al 21 ottobre 2016. Uno sciopero generale che, costruito su una piattaforma rivendicativa generale, “assume giorno dopo giorno anche una forte valenza contro le politiche del governo Renzi”, come si legge in una nota. Lo sciopero generale...
  • Andiamo al cinema a 2 euro e poi votiamo NO

    E’ possibile che abbia capito male e quindi posso anche sin d’ora fare atto di contrizione e chiedere scusa. Ma, qualora avessi invece compreso bene, modi e tempi e anche argomentazioni nel merito della questione sull’Italicum, vorrei estendere dei dubbi che mi sono sorti dopo gli ultimi comizi di...
  • Italicum, nuovo fronte e rischio rinvio

    Dopo Messina e Torino, ecco Perugia. La seconda sezione civile del tribunale umbro ha accolto due rilievi di sospetta incostituzionalità dell’Italicum. Gli atti andranno adesso alla Corte costituzionale, dove il «processo» alla legge elettorale è già fissato per il 4 ottobre. I tempi sono stretti e l’ordinanza di Perugia...
  • Il lavoro che non c’è

    Questa la notizia di oggi: “Lavoro, licenziamenti in aumento del 7,4 per cento”. I dati del Ministero sul secondo trimestre 2016, un milione e mezzo di cessazioni dovute alla fine di contratti a tempo determinato. In crescita dell’8 per cento le chiusure di contratto promosse dai datori di lavoro....
  • Un premier a galla nella palude

    Non c’è dubbio, si avvertono cigolii sempre più nitidi e sinistri. Il governo traballa. La retorica del suo capo è ormai patetica nella sua ripetitività. E se si è ripetitivi con la pretesa di essere originali e sempre spumeggianti, non si è soltanto molesti, si precipita nel kitsch. Nessuna...
  • Renzi – Anakin e la voglia “di meno discussioni”

    Un sondaggio apparso oggi su diversi quotidiani, accredita il NO al referendum sulle riforme costituzionali di Renzi al 51% “grazie all’elettorato del centrodestra” che andrebbe a sopperire, si dice, alla propensione che per il SI’ hanno, invece, gli elettori di centrosinistra. Suppongo che, se fossi stato intervistato anche io,...
  • Il sordo tonfo del Jobs act. Renzi, tra le righe, ammette il fallimento

    “A luglio il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioe’ la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati), e’ pari al 39,2%, in aumento di 2,0 punti percentuali rispetto al mese precedente”. Diminuisce invece il numero dei disoccupati over 50. Nella stima preliminare relativa al...
  • Le diapositive appannate di Renzi

    C’è Leo, il cane-eroe, che a comando del premier italiano offre la zampa alla cancelliera tedesca. C’è Sergio Marchionne che a Maranello fa l’ospite in tenuta casual, illudendosi di ricordare l’eleganza naturale dell’Avvocato. C’è Matteo Renzi che riconosce alla potentissima il merito di aver fatto sentire all’Italia «la vicinanza...
  • Con la riforma di Renzi, chi decide se l’Italia va alla guerra?

    Gli Stati uniti hanno deciso un intervento aereo come minimo di un mese, limite posto più per essere prolungato che rispettato. Un’azione così prolungata richiede l’utilizzo delle basi di Aviano e di Sigonella. Ma il coinvolgimento italiano, da chi e come è stato deciso e quali passi ancora sono...
  • Se la guerra la decide il governo

    Se guardiamo alla sostanza delle cose e non solo alle parole, l’Italia si è infilata dritta come un fuso in una nuova avventura bellica. In Libia per giunta. Il passato ritorna. Gli Stati uniti hanno programmato un intervento aereo la cui durata sarà come minimo di un mese. Ma...
  • 10 euro avvelenati per gli insegnanti

    La proposta della Ministra Madia di aumentare di ben 10 euro il salario mensile degli insegnanti italiani (con cui fare una ricarica telefonica o comprare un paio di ciabatte da mare) non deve stupire, in quanto è in piena continuità con le politiche sulla scuola portate avanti dal governo...
  • Minimamente…

    La povertà in Italia aumenta: sono 4,6 milioni gli italiani considerati indigenti. Secondo l’Istat le famiglie con almeno due figli sono quelle più colpite. Un minorenne su dieci si trova ad essere povero. Che strano, qui si parla di non raggiungimento di uno “standard di vita minimamente accettabile”. Chissà...
  • A pensar male…

    Fedele Confalonieri oggi, su La Stampa, si augura che Silvio Berlusconi corra in soccorso di Matteo Renzi e del suo governo. Che strano, pensavo il contrario. (m.s.) foto tratta da Pixabay...
  • PD, Renzi, e governo: una sconfitta totale, senza se e senza ma

    Non è una giornata storica ma poco ci manca. Per la prima volta nella sua vita politica, Matteo Renzi viene sconfitto praticamente ovunque: la sua proposta del Partito della Nazione non funziona, la sua azione di governo peggiora gli umori e le tasche degli italiani, appesantisce il magro tenore...
  • La percezione e la realtà

    “Repubblica” di Lunedì 30 Maggio pubblica i risultati di un’indagine di Demos – Coop, l’istituto diretto da Ilvo Diamanti, sul tema (quanto mai delicato e complesso) della percezione di “status” da parte delle cittadine e dei cittadini in Italia. Anzi l’autore grafico che illustra i dati usa una dizione...
  • I referendum sociali, una lotta che va ben spiegata

    L’impressione è che stiamo incrociando troppe lotte. Mi riferisco ai referendum che da aprile a fine anno andremo a promuovere, firmare e votare. Si spera. Tutte lotte sacrosante e giuste, ma tutte espresse purtroppo in forma di quesito referendario che è sempre più difficile far comprendere nella scelta ora...
  • La nostra Primavera referendaria e amministrativa

    Arriva la primavera. Per noi, che ci occupiamo quotidianamente di politica, significa l’inizio di una stagione politica che ci vedrà impegnati sia sul fronte referendario che su quello delle elezioni amministrative. I temi che si andranno a toccare e ad intrecciare da qui ad ottobre saranno i più svariati:...
  • Dolce Remì, ancora senza famiglia…

    Peggio di così non poteva andare. La disputa sulle unioni civili si è trasformata, in queste settimane, da dibattito anche forte e virulento sui temi trattati dal disegno di legge Cirinnà a ennesima trattativa di allargamento della maggioranza dell’esecutivo. Denis Verdini e la sua “Ala” hanno colto questa ghiotta...
  • La disoccupazione universale

    I dati dell’Istat sono incontestabili: sono fatti, quindi hanno la testa dura. E i dati del nostro Istituto nazionale di statistica ci dicono che il dramma della disoccupazione è fluido e interessa tutte e tutti, indipendentemente dalla nazionalità. Ma questa indipendenza, questo abbracciare con una eguaglianza al contrario chiunque...



per il manifesto

sosteniamo

antispecismo

sul tuo computer…