centrosinistra

  • Una nuova sinistra per un nuovo comunismo

    Una delle domande che mi sento spesso fare in merito a “quale” sinistra si debba costruire per il futuro riguarda il legame con il passato tanto politico quanto, dunque, culturale con ciò che in Italia è stato il progressismo con tutti i colori del rosso possibili e immaginabili. Affrontare...
  • La Sinistra e l'”alibi della sconfitta” (da allontanare)

    Più ascolto e leggo economisti cosiddetti “moderni” (soltanto perché appartengono al tempo presente, non perché espongano analisi scientifiche che surclassino quelle marxiste nell’esaminare le contraddizioni intrinseche al capitalismo e la stessa contraddizione massima, quindi il processo di formazione e produzione del capitale medesimo), più mi convinco che un contraltare...
  • La ricomposizione a sinistra: strada lunga, se voluta

    Conservare un punto vi vista critico, che non finisca per diventare graniticamente ostinato e quindi oltrepassi sé stesso divenendo una sorta di carezza dogmatica sul libero pensiero, fa sempre bene perché permette di mantenere quel giusto distacco da potenziali infatuazioni per situazioni o eventi che, anche più che giustamente,...
  • Per una dichiarazione di indipendenza della sinistra

    Non c’è differenza che tenga. Le parole di Zingaretti sul “nuovo PD” sono intenzioni e anche magari programmi per un immediato futuro, per un inizio di inversione di tendenza rispetto alla stagione renziana, ma non capovolgono lo spirito liberista di un partito che rimane civicamente di sinistra ed economicamente...
  • Fratoianni: «Sinistre, serve il cambiamento, non i vecchi schemi»

    «Il movimento 5 stelle sembra ormai in crisi strutturale. Fin qui era cresciuto tenendo insieme la sua radicale forza antisistema e, una volta arrivati al governo, la promessa di trasformare quella forza in cambiamento. Invece in alleanza con Salvini non ha cambiato proprio nulla». Nicola Fratoianni, segretario di Sinistra...
  • Dal PDS al PD, la «cosa» in trent’anni di storia ha perso l’anima sociale

    «Quanto più la disperazione e il dolore gravano sul torbido presente, tanto più si fa intensa (…) bramosia di una vita più bella». Così uno dei grandi storici del Novecento nel suo capolavoro, L’autunno del medioevo, spiega la tensione verso le caligini di un sogno che offuschino, per lo...
  • Facciamoci del male, episodio…. stagione…?

    Stagione “Facciamoci del male” numero… ormai dimenticato, viste le tante stagioni in cui ci siamo fatti del male in nome di una limitazione dei danni, del “meno peggio” da scegliere in cabina elettorale, del più sostenibile – non tanto sul piano ambientale ed ecologista – in materia di maggiore...
  • Dopo la Lega torna vergine anche il PD

    C’è una ragione di più per avviare seriamente un confronto nella sinistra d’opposizione e d’alternativa. Un confronto da rivolgersi non tanto e non solo alla costruzione di una presenza nelle elezioni europee ma soprattutto mirato in direzione di costruire quella soggettività di cui tanto si è parlato nel passato...
  • Il partito che ha perduto il popolo

    In colloquio con Andrea Bianchi, Mario Tronti fa il punto sul suo modo di vedere la situazione italiana ad oggi. La conclusione sta nel titolo di questo suo più recente scritto (Il popolo perduto. Per una critica della sinistra, Nutrimenti, 2019): è la perdita del popolo, identificato in quelli...