I nuovi arrivisti

(o “arrivanti“, nel senso che stanno quasi per arrivare. Aspettatemi e li vedrete presto al posto migliore) Ridursi a pensare che affiancarsi o stare nel PD, magari “da comunisti“,...

(o “arrivanti“, nel senso che stanno quasi per arrivare. Aspettatemi e li vedrete presto al posto migliore)

Ridursi a pensare che affiancarsi o stare nel PD, magari “da comunisti“, sia evitare il terribile settarismo di Rifondazione Comunista e al contempo significhi sostenere una “sinistra” forte di un linguaggio nuovo e degna avversaria di Salvini, è estendere davvero troppo il proprio ego e dimenticare il valore di una comunità.

Non sarà “potente” come le schiere di Zingaretti; sarà pure un po’ orgogliosamente legata a valori e princìpi che sembrano desueti e che reclamano ancora una volta giustizia ed uguaglianza sociale, un capovolgimento dell’esistente; magari potrà sembrare ininfluente ma almeno li ammette anche fin troppo candidamente…; certamente non dispone di una attitudine al governismo: e questa altro non è se non una delle sue più belle virtu!

Non avrà la vocazione della salvazione della Patria dalle destre alleandosi con altre destre…

Ha e avrà mille difetti ma ne ha indubbiamente molti meno di coloro che le fanno la predica mentre vanno a braccetto con Il PD e con i Cinquestelle.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto





passa a…



altri articoli

  • Con le sardine, ma…

    “Scusa Marco, ma nessun cappello e nessuna bandiera deve essere posta su questo movimento spontaneo…“, mi scrive un amico su Facebook. Mi permetto una risposta un poco lunga ma...
  • Nothing else

    La “rifondazione” della sinistra secondo Roberto Speranza va nel solco della linea zingarettiana del PD, per un nuovo partito “di sinistra” in un nuovo centrosinistra. C’è ancora un’altra “rifondazione“:...
  • Cittadina

    Tutto il Paese dovrebbe esprimere solidarietà alla senatrice Segre. Ma può essere la senatrice Segre “cittadina onoraria” di oltre 8.000 comuni della Repubblica? Non sarebbe più giusto che ogni...
  • 30 anni dopo: al di qua e al di là del “muro”

    Quando un muro cade è per due motivi: l’usura del tempo lo ha fatto rovinare fino a terra, ne ha distrutto la solidità e lo ha corroso fino a...