"festival di sanremo"

  • Una momentanea fuga a Sanremo

    Preferisco concentrarmi su “Sanremo” (e non è certo la prima volta che lo faccio). Sono in overdose di programmi televisivi, articoli di giornali e mattinali che strepitano tutte le più ardite controversie sul Covid-19. L’epidemia avanza, prosegue il suo cammino, si riprende la rivincita che le spetta dopo che...
  • Sanremo, Sorrisi e Canzoni e un sacrosanto “Me ne fotto”

    Attenti, perché se siete capitati su questo pezzo per il titolo, potreste ingannarvi. Se mal ve ne incoglierà, sappiate che avrete tutta la mia comprensione. Per una volta, passiamo una domenica leggera, spensierata, fatta di banalità e anche di quella (presunta) retorica che tanti comunisti, che vogliono essere sempre...
  • La vita di Dan e la favola di Sanremo

    Alla prima serata del Festival di Sanremo ho dato una occhiata per i primi venti minuti. Poi ho deciso di rivedere “Io, Daneil Blake” (imperativo leggere la recensione di Giulio Sangiorgio su “Film Tv“) di Ken Loach trasmesso da Rai 5. Un film così non può essere trasmesso in...
  • E’ Sanremo anche per noi

    Per chi si lascia andare, con spirito improvvisato da critico musicale, alla visione del Festival di Sanremo, quindi per chi come me lo guarda come uno spettacolo anche da irridere benevolmente come fa la Gialappa’s Band, l’ascolto delle canzoni è stato un piacevole scorrimento di emozioni a fasi alterne...
  • I comunisti “puri” che non guardano Sanremo

    Sanremo divide l’Italia tra ammiratori e detrattori. Una via di mezzo, come in molte vicende che riguardano il Bel Paese, non si riesce mai ad individuare. Per cui, o si sta dalla parte della saggezza popolare che fa del Festival un concentrato di banalità e di riti che sono...
  • La responsabilità della pandemia è davvero dei pipistrelli?

    Dopo la morte di Maradona, passati alcuni giorni di bulimia mediatica, di sbornia da notizie, di idolatria veramente eccessiva, il Covid-19 tornerà ad occupare gli spazi televisivi e internettiani perché, oggettivamente, sarà famoso tanto quanto il calciatore argentino e forse, purtroppo, anche di più. La transizione da un’epoca ad...
  • Non ci resta che piangere. Il puro piacere del divertimento

    Ridere fa bene alla salute. Per anni a dirlo, prima ancora di autorevoli studi scientifici, era bastato l’antico proverbio “Il riso fa buon sangue”. Ma ridere ha sempre fatto bene anche al botteghino. Da Fantozzi ad Amici miei, dai cosiddetti “cinepanettoni” a Checco Zalone, i film comici hanno sempre...
  • La cultura di Ermal

    E’ uno dei miei cantautori preferiti. Quindi potrei essere sfacciatamente partigiano nel fargli un elogio. Ma glielo faccio comunque, perché credo che la cultura, nelle sue molte e differenti espressioni compresa quella importantissima della musica, debba tornare ad essere protagonista in questo Paese così analfabeta di ritorno, così anticivico,...
  • Licenziato, si cosparge di benzina sotto casa di Di Maio

    Mimmo Mignano ieri pomeriggio a Pomigliano d’Arco si è incatenato davanti casa del vicepremier e ministro del Lavoro Luigi Di Maio, si è cosparso la testa di benzina minacciando di darsi fuoco. È stato bloccato dalle forze dell’ordine, che poi lo hanno portato all’ospedale di Nola per controlli agli...
  • L’aut aut di Calenda alla Whirlpool

    Sulla vertenza Embraco ieri è arrivata la voce grossa del ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda: già «protagonista» della giornata per aver favorito la risoluzione di un’altra vertenza, quella della Ideal Standard, il ministro ha posto un aut aut alla Whirlpool, titolare dell’industria di compressori per frigoriferi di Riva...
  • «A sinistra di Renzi», ma mai dire Dp

    L’ultimo braccio di ferro con il Pd è quello sulla collocazione in aula. Il nuovo gruppo Democratici e progressisti (ma mai dire Dp, ufficialmente si chiama dei Movimento Democratici e progressisti, quindi la sigla è Mdp) vorrebbe sedere alla sinistra del Pd. Ma dal Pd ancora ieri sera avvertivano:...
  • Ezio Bosso e la musica che salva la vita

    Non è stata la malattia neurodegenerativa diagnosticata una decina d’anni fa a portarselo via, ma un cancro con cui conviveva da tempo. Così ad appena 48 anni Ezio Bosso, il pianista, compositore e direttore d’orchestra piemontese, è morto la scorsa notte. «La musica ci cambia la vita e ci...
  • Anestetico Gaetano

    Oltre a festeggiare la Repubblica Italiana, la sua Costituzione e riprendere in mano le radici della memoria che ci hanno portato, nonostante tutto, a far evolvere alcuni aspetti sociali e civili di uno Stato nato male e cresciuto peggio, il 2 giugno mi è caro perché mi fa ripensare...
  • The Zen Circus!

    Lunga serata quella di Sanremo: quasi cinque ore, ventiquattro canzoni. Ventidue sono ascoltabili e anche godibili. Due invece sono proprio belle: per testo, musica e anche per interpretazione. Entrambe sono un po’ “aggressive”, ma parlano comunque di amore, declinato su diversi ambiti della vita, inserendone la natura più peculiare...