comunismo

  • Oltre la campagna elettorale delle esorbitanti promesse

    A spararla grossa si finisce per far esplodere il fucile e per perdere l’obiettivo, la mira e anche la faccia. E’ quello che sta succedendo in questo preambolo di campagna elettorale dove alcune forze politiche e coalizioni erano partite promettendo agli italiani ogni sorta di magnificenza in fatto di...
  • Rosa Luxemburg, giacobina senza terrore

    Nel ricordare l’anniversario dell’assassinio di Rosa Luxemburg (15 gennaio 1919) riproponiamo un vecchio articolo dello storico cecoslovacco Milos Hajek, protagonista della Primavera di Praga e ex-rettore della scuola di partito, uno dei cinquecentomila comunisti che con Dubcek furono espulsi dal partito dopo l’invasione sovietica. Fu uno dei principali esponenti del dissenso...
  • Resistenza tradita e lotta di classe

    Merita almeno una chiosa questo “La Repubblica inquieta” di Giovanni De Luna (Feltrinelli) che tratta degli anni turbinosi dalla Liberazione all’attentato a Togliatti, seguendo il filo della battaglia politica e (con grande attenzione, per la verità) delle lotte sociali di un periodo assolutamente decisivo per l’impronta, che, nella fase...
  • Lettera aperta ad Ivano Marescotti

    L’attore Ivano Marescotti, da sempre impegnato a sinistra, dichiaratamente comunista, ha scritto ieri su Facebook manifestando il suo disagio nel non trovare a sinistra un soggetto politico che lo possa rappresentare ed esprimendosi in favore di un voto “tattico” per il Movimento 5 Stelle. Le sue argomentazioni mi hanno...
  • Riaprire la partita col pensiero unico e la morte delle ideologie

    E’ provando a rispondere alla domande più semplici che si fanno crescere le giovani menti dei bambini: sono proprio le menti meno logore, meno prese da intricati intrecci di parole e di concetti che riescono ad afferrare l’essenza dei concetti, la sintesi estrema. Quindi, per l’appunto, la semplicità. Così,...
  • 5 gennaio 1968. Quando cominciò la “Primavera di Praga”

    Il 5 gennaio 1968, esattamente cinquant’anni fa, Alexander Dubcek veniva eletto segretario generale del Partito Comunista Cecoslovacco: si avviava così, senza che l’opinione pubblica mondiale e gli stessi dirigenti dei Partiti Comunisti a Oriente come a Occidente ne fossero pienamente consapevoli, la breve bruciante stagione della cosiddetta “Primavera di...
  • Tra elezioni e complessità del pensiero comunista

    La critica che è stata rivolta ad una eventuale presenza politica “semplificatoria” della presenza dei comunisti in termini di sola rappresentanza dell’immediatezza dei bisogni va affrontata tentando di scavare a fondo nella costruzione di un retroterra teorico e della relativa conseguente proposta politica in forma e sostanza adeguate alla...
  • Auguri

    Auguri. A chi riconosce le ingiustizie e quanto meno si indigna. A chi conosce la storia delle ingiustizie e si indigna. A chi ha votato NO al referendum contro la Costituzione di un anno fa. A chi ama la cultura in tutte le sue forme e la vuole pubblica,...
  • Noi, che non accarezziamo il pelo del lupo

    Il Presidente della Repubblica ha tenuto un discorso breve nella fine d’anno: appena dieci minuti. Se ne sono meravigliati un po’ tutti. Eravamo abituati ad almeno venti minuti, a volte mezz’ora. Invece Mattarella ha scelto l’essenzialità, la concisione, l’immediatezza. Credo che questi siano i pregi di un metodo discorsivo...