comunismo

  • Se Marx avesse potuto usare i “social network”

    Proprio ieri, dalle colonne de “La Stampa”, un interessante articolo di Gianni Riotta definiva Marx una “icona pop”, moderno nell’ieri e nell’oggi: a differenza del più cupo e serioso Gramsci, il Moro oggi viene interpretato come colui che, proprio nel linguaggio e nella scrittura conseguente, si sarebbe meglio adattato...
  • Ricordi di Marx

    Vidi Marx la prima volta nel febbraio del 1865. L’Internazionale era stata fondata il 28 settembre del 1864 nella riunione di St. Martin’s Hall. Venivo da Parigi per informarlo sui progressi che la giovane associazione faceva lì. Il signor Tolain, oggi senatore della repubblica borghese e uno dei suoi...
  • Medico!

    E’ sempre così. Finché sono i comunisti a dirlo, per le grandi organizzazioni economiche mondiali ed europee significa che è stato detto qualcosa contro il sistema (e con ragione!) e quindi anche una proposta di riforma di struttura viene bocciata a priori. Poi accade che sono queste stesse organizzazioni...
  • LeU e Potere al Popolo!, strade sbagliate e vicoli ciechi

    Due strade sbagliate non conducono da nessuna parte. Non funziona come nelle armoniose regole grammaticali della nostra lingua laddove due negazioni portano alla costruzione di una affermazione. Nella politique politicienne ed anche in quella più propensa ad unire palazzo e piazza (e viceversa, ovviamente), quando si provano a far...
  • Gli stimoli di riflessione da un intervista a Rossana Rossanda

    Aprire “il manifesto” al mattino e trovare una intervista a Rossana Rossanda è sempre un momento da cui non si può sfuggire. Almeno non può sfuggirvi chi come me da oltre venticinque anni legge quel giornale da “militante” esterno a “il manifesto”, da osservatore – se così posso dire...
  • Rossanda: «Non dobbiamo semplificare il nuovo caso italiano»

    «A dir la verità, gli interrogativi e le domande che proponi meriterebbero un libro. Del resto la mia idea del manifesto era già negli anni ‘80 del secolo scorso che dovesse essere un laboratorio nel quale coinvolgere alcune persone appunto attorno ai temi principali». Così inizia la nostra intervista a Rossana...
  • L’inutilità politica e sociale di una sinistra smarrita

    C’è il piano inclinato della realtà politica a far scendere a miti consigli chi vorrebbe lanciarsi nella costruzione di nuovi partiti da consegnare ad una sinistra che sembra sempre più intangibile, elezione dopo elezione. E questo piano inclinato è anche quello che si ricava dalla costruzione delle intese per...
  • Tante firme per difendere la memoria su Rosa Luxemburg

    I governi europei di destra si scagliano contro simboli, nomi e protagonisti delle lotte per l’emancipazione sociale e per l’uguaglianza. In sostanza, contro le comuniste e i comunisti. Questa volta tocca Rosa Luxemburg, tocca alla Polonia: nella città natale di Rosa, Zamosc, è stata rimossa la targa che ricorda per...
  • Commentatori

    Noi siamo solo dei commentatori di ciò che avviene nel Palazzo. Non ci siamo da più di dieci anni. Per qualcuno è poco importante. Per chi ritiene la Repubblica un valore e un punto di partenza minimo per uno sviluppo egualitario complessivo, è un dramma. Un dramma che continua...