Sinistra italiana al lavoro per l’inclusione

Disuguaglianze. Un fondo di 100mila euro, versati volontariamente dai parlamentari del neonato partito, per sostenere progetti sociali innovativi nel campo della solidarietà e del volontariato. "Un nuovo mutualismo, per sostenere chi è più in difficoltà"

“Dicono che i partiti sono tutti uguali, dicono che i soldi vengono intascati, sprecati, noi crediamo che si possano usare in modo differente, per fare la differenza”.

Il messaggio, quasi un mini-manifesto programmatico, fa da apripista a una iniziativa di Sinistra italiana: un fondo per sostenere progetti sociali innovativi nel campo della solidarietà e del volontariato.

A finanziarlo sono gli stessi parlamentari del neonato partito, dopo che al recente congresso fondativo di Rimini è stato deciso di versare il 70% della loro indennità netta per l’attività politica.

Per quest’anno ci sono a disposizione 100mila euro per finanziare i progetti scelti attraverso un bando di concorso appena pubblicato sul sito web e sulla pagina facebook del partito.

I 100mila euro, che sono una buona parte delle risorse ottenute grazie all’impegno – volontario – dei parlamentari, vengono messi per finanziare in piena trasparenza il bando, con l’obiettivo di consentire a circoli, associazioni e gruppi informali di realizzare concretamente progetti di solidarietà attiva, mutualismo e volontariato.

Sono forme di intervento sociale che si ispirano all’attività di Syriza in Grecia e alle modalità di Podemos in Spagna, che ha un programma simile – denominato Impulsa – di finanziamento di progetti innovativi.

Il bando si articola in due linee di finanziamento.

La prima è “FORZA! X”, con 60mila euro di budget, rivolta ai piccoli progetti da mille fino a 3mila euro, promossi non soltanto da associazioni e comitati ma anche da attivisti o circoli territoriali di Sinistra italiana.

La seconda è “FORZA! +”, con i restanti 40mila euro di budget, per finanziare progetti più grandi (fino a 20mila euro), e rivolta a cooperative, associazioni e start up no profit che facciano inclusione sociale e lavorativa.

Per promuovere il progetto, sul sito di Sinistra italiana si può ascoltare dalla voce del segretario Nicola Fratoianni il senso ultimo dell’iniziativa: “Vogliamo sostenere le esperienze creative di un nuovo mutualismo, che si impegna a lavorare per l’inclusione di chi è più debole nella società, di chi non ce la fa”.

Una fotografia nitida dell’odierno stato delle cose in un paese come l’Italia, dove si è allargata drammaticamente la forbice fra i pochi che hanno ricchezze anche smisurate, e i tanti che con sempre maggiore difficoltà riescono ad arrivare alla fine del mese.

Sul social network per eccellenza Fratoianni ha invece postato sul web un video “muto”.

RICCARDO CHIARI

da il manifesto.it

foto: screenshot dal video di Sinistra Italiana

categorie
Sinistra Italiana
nessun commento

lascia un commento

*

*

altri articoli