Sfuggito di mano

Ferragosto, da festa per il raccolto delle messi a festa estiva per raggiungere il mare e i monti dove divertirsi e dimenticare le ingiustizie per un giorno. E non...

Ferragosto, da festa per il raccolto delle messi a festa estiva per raggiungere il mare e i monti dove divertirsi e dimenticare le ingiustizie per un giorno. E non accorgersi che la giustizia, almeno per Giulio Regeni, proprio a Ferragosto diventa ingiustizia, scomparendo sotto un tappeto di finta diplomazia di rimpallo tra Roma e Il Cairo.
Ferragosto caldo, torrido in un Egitto che non dice nulla di nuovo sull’assassinio del giovane ricercatore, continuando a perpetuare la tradizione delle insolute verità nei casi in cui gli Stati sono coinvolti in prima persona in tragedie umane singole, sfuggite loro di mano…

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*

altri articoli

  • Tanti (piccoli) egoisti

    Svastiche sui monumenti, irruzioni negli studi televisivi, accoltellamenti e pestaggi e, prima ancora, qualche folle che spara “sui negri” per vendetta. Ci sono tutte le premesse per passare dalla...
  • Voto contento!

    Faccio mie le parole di Giorgio Cremaschi: “Questa volta vado a votare contento! Non mi capitava da tanto tempo. Finalmente voterò per una lista senza dovermi turare il naso,...
  • La grande bellezza

    Un bacio olimpico per battere l’omofobia. Bellissimo il tenero scambio di affetto tra Gus Kenworthy e il fidanzato Matt. In una romantica cornice innevata, i due nemmeno si erano...
  • Una qual specie non di sinistra

    Programmi affini e visioni comuni della società. E’ ciò che si augura chi si è staccato dal PD per correre solitariamente, ma non troppo… A giusta distanza elettorale. Poi,...