Poroshenko a Gentiloni: «Arresta Forenza e i Bassotti!»

L’Ucraina di Poroshenko rende noto che chiederà l’arresto e l’estradizione di Eleonora Forenza e dei delegati della carovana antifascista nel #Donbass
Eleonora Forenza

L’Ucraina di Poroshenko rende noto che chiederà l’arresto e l’estradizione di Eleonora Forenza e dei delegati della carovana antifascista nel #Donbass. Kiev vuole processarli con l’accusa di violazione delle leggi anti-terroristiche ucraine. Il governo ucraino, per bocca del ministro degli Esteri, chiede alle autorità dell’Unione europea di arrestare i delegati al loro ritorno in Italia per consentire poi l’estradizione.

Il ministero degli Esteri italiano, dicono da Kiev, ha ricevuto il 28 aprile, la loro nota: «Abbiamo chiesto che sia arrestata e che il suo gruppo sia fermato prima di arrivare fisicamente al Donbass», ha detto la portavoce del ministro degli Esteri Maryana Betsa. E «come risultato di questi contatti, il ministero degli Esteri italiano ha inviato alle autorità competenti e agli organizzatori di questa provocazione le informazioni sulla responsabilità penale per violazione della legge ucraina. L’Italia ha sottolineato che il suo governo sostiene l’integrità territoriale e la sovranità dell’Ucraina e questa posizione rimane invariata».

«Siamo a mosca e stiamo rientrando in Italia – fanno sapere Forenza e la delegazione di cui fa parte anche Massimiliano Voza, sindaco Prc in un paese della Campania – stiamo tutti bene. Abbiamo appreso della richiesta di estradizione del governo di Kiev che ci vuole processare per terrorismo e della posizione della Ambasciata ucraina in Italia. Ci pare assurdo il silenzio del governo italiano di fronte a tali richieste. Come delegazione del prc siamo orgogliosi di aver portato solidarietà al Donbass antifascista unendoci alla carovana della banda bassotti, insieme a usb, e a tanti altri antifascisti. Siamo orgogliosi di aver disobbedito al regime di Poroschenko di cui l’UE è vergognosamente complice.  I patrioti d’europa hanno dimenticato il valore dell’antifascismo persino il 25 aprile. noi vogliamo praticarlo ogni giorno e senza confini.
ringraziamo tutte le compagne e i compagni che in queste ore ci stanno esprimendo solidarietà».

Lunedì 8 maggio alle ore 12, la conferenza stampa presso la sede del parlamento europeo con Eleonora Forenza e con la Carovana antifascista di ritorno dal Donbass.

TITTI FLAMBE’

da Popoffquotidiano.it

foto tratta da Popoffquotidiano.it

categorie
Est EuropaEsteriEuropa
un commento
  • www.linux.net
    14 maggio 2017 at 06:54
    lascia un commento

    I really love yoour blog.. Very nice colors
    & theme. Did you make this website yourself? Please reply bwck as I’m trying to create my own website and want to learn where yyou got this feom or just what the theme is called.
    Appreciate it!

  • lascia un commento

    *

    *

    altri articoli

    • Catalogna, il precipizio balcanico

      Diranno che è una «modalità moderata» l’applicazione dell’articolo 155 della Costituzione spagnola scelta ieri dal premier spagnolo Rajoy per fermare la dichiarazione di indipendenza catalana: di fatto non c’è...
    • L’indipendenza non c’è, e ora neanche l’autonomia

      Per la seconda volta il presidente catalano Carles Puigdemont ha risposto con una lettera ambigua alla richiesta del governo spagnolo di «tornare alla Costituzione». Tra l’altro, ammettendo nell’ultima frase...
    • Tornat Catalunya

      Tornat Catalunya. Torna indietro, Catalogna. C’era un tempo in cui i tercios dei conquistadores massacravano senza posa i conquistati, nelle Indie e nelle Italie, al grido di Arriba Espana!...
    • «Kurz, un rottamatore anti europeista, vicino ad Haider»

      Ricercatore del Cnrs e membro del Laboratoire Dynam dell’Università di Strasburgo, Patrick Moreau è uno dei più attenti studiosi dell’estremismo di destra in Austria e Germania, tema a cui...