Orribile e meraviglioso

Vorrei non essere sempre costretto ad osservare con spasmodica curiosità il patologico dell’essere umano. Vorrei poter leggere storie sociali di libertà, vedere sempre più persone ridere e vivere e...

Vorrei non essere sempre costretto ad osservare con spasmodica curiosità il patologico dell’essere umano. Vorrei poter leggere storie sociali di libertà, vedere sempre più persone ridere e vivere e non soffrire e sopravvivere.
Maledirei la mia specie se non avessi avuto l’orizzonte del comunismo, perché mi avrebbe già condotto all’annichilimento, al suicidio nemmeno assistito.
E’ orribile accorgersi di appartenere ad una materia animata e pensante che si autodistrugge e che annienta la grande armonia della natura che la circonda per lo scopo dell’accumulazione del profitto e del potere.
Ma è altresì meraviglioso accorgersi che ogni giorno una passione sociale e politica può salvarci da tutto questo ed elevarci ad un piano così superiore da guardare l’umanità piccola dall’alto di una conoscenza che, comunque sia, rimane dolore.
Dolore per il sapere, prezzo della fine dell’ignoranza di una condizione che rimane, per il resto, completamente inconoscibile.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.



  • 17 giugno 2018
    Poche righe scritte per esprimere ancora una volta un personale moto dell’anima d’indignazione e la sensazione di distacco profondo che il...
  • 16 giugno 2018
    La domanda è questa: quando si ripristinerà una sana vergogna civile per quanto accade in Italia in questo momento? La risposta...
  • 15 giugno 2018
    Non è solo questione di impoverimento culturale medio o di una sempre più vasta diffusione di una morale fondata sull’individualismo esasperato...
  • 14 giugno 2018
    La memoria della Resistenza non basta più per fronteggiare la spavalderia dell’incultura razzista, xenofoba, intollerante che monta nel Paese: non è...
  • 13 giugno 2018
    Nella confusione della politica moderna (verrebbe voglia di citare: “la confusione sotto il cielo è grande, ma la situazione non è...







altri articoli

  • Il cruciverba della vergogna

    Incivile, crudele, intriso di odio, pregiudizio, razzismo, xenofobia. Potrebbe essere una definizione multipla per “La Settimana enigmistica”. Il problema sarebbe trovare la soluzione: che si adattino nelle caselle di...
  • L’arte del mondiale

    Lo so che sono un evento di mercato, capitalistico. Forse guardarli è borghese… Pensate che sia l’oppio dei popoli moderno. E certamente lo sono. Ma non sono l’unica droga...
  • Neet Italia

    I giovani tra i 18 e i 24 anni… che belle età! Eppure uno di loro su quattro non studia e non lavora. Li chiamano “neet” e sembra proprio...
  • Per forza

    Oggi inizia il mondiale di calcio. Senza l’Italia. Meglio così, altrimenti qualcuno avrebbe chiesto di chiudere anche gli stadi se non si vince per forza la partita. (m.s.) foto...