Non aprite quella porta

Apri e chiudi, chiudi e apri, magari socchiudi, lascia un piccolo spiraglio. Per domani… chissà, non si sa mai… magari Renzi non fosse più segretario del PD… si può...

Apri e chiudi, chiudi e apri, magari socchiudi, lascia un piccolo spiraglio. Per domani… chissà, non si sa mai… magari Renzi non fosse più segretario del PD… si può sempre pensare di collaborare con il futuro gruppo parlamentare democratico e magari sostenere un governo nuovamente a guida di Gentiloni oppure di Minniti.
Intanto in Lombardia, a detta de “La Stampa” di oggi (10 gennaio 2018), Pietro Grasso e Pierluigi Bersani hanno fermato le bocce e hanno deciso di dialogare con il Partito democratico in vista di una possibile frattura nel centrodestra proprio in tema di candidature.
Il nome rimane sempre quello di Gori. Un nome renziano. Per tenere socchiuso l’uscio di casa va bene. Per aprirlo del tutto nei dintorni di Milano magari si farà qualche sforzo, qualcuno tenterà di mettere al centro della questione una coerenza nazionale.
Prevarrà il pragmatismo.
Non ce la fanno proprio i miei amici e compagni di Liberi e Uguali a dire una volta per tutte NO al PD… Peccato.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.









altri articoli

  • Un applauso ad Ermal Meta

    Gli faccio un plauso in più. Non solo perché è uno dei miei cantautori preferiti, che amo sotto più punti vista, ma perché, presente al “Giffoni Film Festival”, ha...
  • Contro i vergognisti

    E’ quando avete cominciato ad avere paura della parola “comunismo” che molto è iniziato a cambiare. E’ quando avete cominciato ad avere paura della parola “comunismo” che tanto è...
  • Non essendoci, ci sono

    Diciassette anni fa a Genova si apriva una stagione di repressione ma anche di speranza. Il movimento cresciuto e nato allora, quello che voleva “un altro mondo possibile”, quello...
  • Niente danni fisici

    Negare l’Olocausto non produce danni fisici, reali o attacchi ad individui. Negare ciò che è stato lo sterminio pianificato dal governo nazista e da tutto un apparato servizievole e...