Le foglie e il vento

Che volete che siano tre striscioline bianche a forma di fogliolina o di foglia… Davvero si può ridurre la sana e bella dialettica politica, la sana e utile polemica...

Che volete che siano tre striscioline bianche a forma di fogliolina o di foglia… Davvero si può ridurre la sana e bella dialettica politica, la sana e utile polemica ad un elemento grafico?
Ciascuno è libero nel suo simbolo di mettere ciò che più ritiene per coinvolgere i cittadini e per portarli dalla propria parte nel momento della scelta della lista da votare.
Ma il degrado anticulturale è così esteso, anche fra noi comunisti, che facciamo dell’utilizzo delle reti sociali uno sfogatoio di repressioni e di rabbie che non ci aiutano in nessun modo ad essere alternativi all’uniformità nei confronti del sistema rappresentata dalle tre opzioni di destra e dall’unica opzione di sinistra moderata che deve essere criticata, ma semmai per ciò che pretende di rappresentare e non è: altro rispetto all’orizzonte sino ad ora stabilito dal partito di governo dal quale proviene la maggioranza dei “nuovi” liberi e uguali.
Le foglioline o se le porta via il vento o cadono. Prima o poi.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.









altri articoli

  • Non essendoci, ci sono

    Diciassette anni fa a Genova si apriva una stagione di repressione ma anche di speranza. Il movimento cresciuto e nato allora, quello che voleva “un altro mondo possibile”, quello...
  • Niente danni fisici

    Negare l’Olocausto non produce danni fisici, reali o attacchi ad individui. Negare ciò che è stato lo sterminio pianificato dal governo nazista e da tutto un apparato servizievole e...
  • Umani serpenti a sonagli

    Ma che bravi! Tutti a pubblicare le foto delle tragedie dei migranti in mare. Tutti a battersi il petto, a dirsi coscienziosi, pieni di umanità. Sui “social”. Poi, sempre...
  • Oh no…

    Una nuova ricerca scientifica affermerebbe che oltre la metà delle macchie di sangue presenti sulla Sindone di Torino sarebbero false. E’ una notizia drammatica… Ora mi toccherà assistere nuovamente...