La vasca

Uno scatto da terza vasca, quando sei ancora in quarta posizione e poi, con una rapidità incredibile sorpassi i primi tre e diventi prima. Come Federica Pellegrini. Così mi...

Uno scatto da terza vasca, quando sei ancora in quarta posizione e poi, con una rapidità incredibile sorpassi i primi tre e diventi prima. Come Federica Pellegrini. Così mi piacerebbe lo scatto delle masse popolari, sfruttate, ipersfruttate e depresse, desolatamente rassegnate ad un oggi quasi impercettibile e ad un domani invisibile (e invivibile).
Uno scatto fulmineo ma dovuto ad anni di preparazione sociale, politica, sindacale. Uno scatto senza la spinta della tattica o della strategia esclusivamente parlamentare, ma con la propulsione derivante dall’istinto sorretto dalla forza.
E a noi mancano un po’ tutti e due: istintualità per agire e forza per determinare. Ma forse resta la passione. E’ poco? Si potrà dire che sono solo parole, che è tutto semplice a dirsi.
Il contrario: è difficile persino a dirsi, figuriamoci a farsi. Ma non possiamo uscire dalla vasca. Ogni rassegnazione, proprio quando tutto ci è contro – soprattutto l’indifferenza della classe sociale cui dovremmo fare riferimento – è tradimento.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*

altri articoli

  • Noia e comodità

    637 morti sul lavoro nel 2017. 3 operai morti ieri. I padroni muoiono di noia o comodamente nei loro letti. Anche nella morte, oltre che nella vita, possono esistere...
  • Non pervenute

    A me le razze risultano non percepite. A voi sì? Per una evidenza di dati di fatto? Perché è vero che esiste il bianco e il nero? Io voglio...
  • La sfida di Lidia

    “Perché non ci impegniamo, oltre a ricordare il 4 dicembre e il successo ottenuto dal NO, insperato in quelle dimensioni, a cercar di ripetere un altro risultato insperato?  A...
  • E ora dedichiamoci a noi

    Dice… “Ma ve la prendete sempre con chi vi sta più vicino.”. E’ una vecchia litania che ha delle basi di verità comunque. Quindi, tante scuse se vi abbiamo...