La destra che ci vuole salvare da altre destre

E’ buona politica, secondo Giuliano Pisapia, e non tattica il provare a costruire una alleanza con il Partito Democratico che guardi “a sinistra”, per battere le destre. Insomma, “no...

E’ buona politica, secondo Giuliano Pisapia, e non tattica il provare a costruire una alleanza con il Partito Democratico che guardi “a sinistra”, per battere le destre. Insomma, “no ad un’altra Sicilia”, ad una altra debacle e tracollo per il centrosinistra in Italia. 

Le strade della sinistra di alternativa e quelle di Giuliano Pisapia non si potranno mai incontrare, tanto meno quelle dei comunisti – che lui stesso ha definito sprezzantemente più volte come degli “anacronismi” – perché io, da comunista, penso che il centrosinistra non esista più e non possa più esistere; perché io, da comunista, penso che il tracollo del PD in Sicilia non sia una cattiva notizia; perché io, da comunista, penso che chi ritiene di riproporre il mantra del “voto utile” simboleggiando nel PD e nei suoi futuri alleati una nuova diga alle destre, evidentemente trascura il fatto che al di qua della loro diga c’è tutta una distruzione di diritti sociali che una vera sinistra progressista doveva difendere e ampliare. Una diga che ha impedito alla socialità di diventare strutturale nel Paese e che ha difeso i privilegi di pochi piuttosto che i beni comuni di molti.
E questa sarebbe la diga sociale, progressista, moderata e di sinistra che deve salvarci dalle altre destre?

Può una destra salvarci da altre destre?

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.



  • 17 giugno 2018
    Poche righe scritte per esprimere ancora una volta un personale moto dell’anima d’indignazione e la sensazione di distacco profondo che il...
  • 16 giugno 2018
    La domanda è questa: quando si ripristinerà una sana vergogna civile per quanto accade in Italia in questo momento? La risposta...
  • 15 giugno 2018
    Non è solo questione di impoverimento culturale medio o di una sempre più vasta diffusione di una morale fondata sull’individualismo esasperato...
  • 14 giugno 2018
    La memoria della Resistenza non basta più per fronteggiare la spavalderia dell’incultura razzista, xenofoba, intollerante che monta nel Paese: non è...
  • 13 giugno 2018
    Nella confusione della politica moderna (verrebbe voglia di citare: “la confusione sotto il cielo è grande, ma la situazione non è...







altri articoli

  • Il cruciverba della vergogna

    Incivile, crudele, intriso di odio, pregiudizio, razzismo, xenofobia. Potrebbe essere una definizione multipla per “La Settimana enigmistica”. Il problema sarebbe trovare la soluzione: che si adattino nelle caselle di...
  • L’arte del mondiale

    Lo so che sono un evento di mercato, capitalistico. Forse guardarli è borghese… Pensate che sia l’oppio dei popoli moderno. E certamente lo sono. Ma non sono l’unica droga...
  • Neet Italia

    I giovani tra i 18 e i 24 anni… che belle età! Eppure uno di loro su quattro non studia e non lavora. Li chiamano “neet” e sembra proprio...
  • Per forza

    Oggi inizia il mondiale di calcio. Senza l’Italia. Meglio così, altrimenti qualcuno avrebbe chiesto di chiudere anche gli stadi se non si vince per forza la partita. (m.s.) foto...