La carica dei 200 (e più…) di Citto Maselli per “Potere al Popolo!”

Siamo lavoratori della cultura, dell’informazione e della conoscenza. Siamo scrittori, docenti, autori, musicisti, giornalisti, registi, ricercatori, attori, artisti, scenografi, direttori della fotografia, produttori; abbiamo tutti storie personali diverse e...
Citto Maselli

Siamo lavoratori della cultura, dell’informazione e della conoscenza. Siamo scrittori, docenti, autori, musicisti, giornalisti, registi, ricercatori, attori, artisti, scenografi, direttori della fotografia, produttori; abbiamo tutti storie personali diverse e diversi percorsi interni alla sinistra. Ma tutti ci siamo ritrovati concordi nello scegliere, oggi, di votare i candidati della lista di “Potere al popolo”.

Noi firmatari di questo appello votiamo “Potere al popolo” perché ci siamo battuti e continueremo a batterci contro le politiche neoliberiste portate avanti dai governi di centrodestra e centrosinistra in questi anni; contro “la barbarie che oggi ha mille volti: il lavoro che sfrutta e umilia, la povertà e l’ineguaglianza, i migranti lasciati annegare in mare, i disastri ambientali, i nuovi fascismi, la violenza sulle donne, la crescente repressione, i diritti negati”. Viviamo il tempo buio di una crisi economica, sociale, ambientale e culturale che apre la strada ad una vera e propria crisi di civiltà il cui emblema è la guerra tra i poveri, il razzismo, la xenofobia.

Noi firmatari di questo appello votiamo “Potere al popolo” perché ci battiamo per la costruzione di una sinistra basata sulla connessione tra diversi soggetti del conflitto e culture critiche, che coinvolga persone, associazioni, partiti, reti e organizzazioni della sinistra sociale, culturale e politica, antiliberista e anticapitalista; una sinistra che in tutti questi anni si è battuta contro le ingiustizie e lo sfruttamento, la demolizione della democrazia, dei diritti sociali e civili, contro la mercificazione della cultura, dei diritti, della vita, per la piena applicazione della Costituzione; una sinistra che non si è mai arresa; una sinistra che non ha rinunciato ad elaborare un pensiero forte, che non ha rinunciato alla sfida per l’egemonia e alla costruzione di un nuovo senso comune alternativo al pensiero unico neoliberista. Pensiero unico che l’intera gamma della comunicazione ha costruito in anni e anni di lavoro determinando una ormai generalizzata sfiducia e “insofferenza” nei confronti della politica e delle istituzioni, che produce rifiuto senza la forza di proposte di cambiamento.

Noi firmatari di questo appello votiamo “Potere al popolo” perché ci riconosciamo nell’alternativa di società che propone: una società fondata sulla dignità e i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, sull’eliminazione di ogni discriminazione, sull’affermazione dei diritti delle donne, sul principio di eguaglianza sostanziale, sulla riconquista dei diritti sociali e civili, sulla salvaguardia del patrimonio ambientale, culturale ed artistico, sul ripudio della guerra.

Noi firmatari di questo appello votiamo “Potere al popolo” perché vogliamo cambiare lo stato delle cose esistenti.

  • Citto Maselli (regista, primo firmatario)
  • Enrico Ghezzi (critico cinematografico)
  • Moni Ovadia (autore, regista, attore)
  • Francesca Fornario (scrittrice)
  • Vauro (vignettista, editore)
  • Paolo Pietrangeli (regista, cantautore)
  • Paolo Andreozzi (scrittore, saggista)
  • Fabio Alberti (fondatore di Un ponte per…)
  • Carlo Alicandri-Ciufelli (ex Primario Orl Ospedale di Teramo)
  • Carmine Amoroso (regista)
  • Claudia Angeletti, (docente di Lettere, scrittrice)
  • Gianluigi Antonelli (compositore)
  • Enzo Apicella (designer, pittore, giornalista)
  • Piero Arcangeli (etnomusicologo e compositore)
  • Giorgio Arlorio (sceneggiatore)
  • Marco Asunis (presidente Ficc, Federazione italiana circoli del cinema)
  • Manuela Ausilio (direttivo International Gramsci society Italia)
  • Saverio Aversa, (attivista lgbt e autore teatrale)
  • Stefano G. Azzarà (filosofo, ricercatore Università di Urbino)
  • Simona Baldanzi (scrittrice)
  • Tiziana Barillà (giornalista e scrittrice)
  • Paolo Benvenuti (regista)
  • Mauro Berardi (produttore cinematografico)
  • Cesare Bermani (storico)
  • Luca Bigazzi (direttore della fotografia)
  • Paola Boffo (ricercatrice)
  • Susanna Bhome-Kuby (storica)
  • Cinzia Bomoll (registra e scrittrice)
  • Marina Boscaino (docente, pubblicista)
  • Sergio Brenna (urbanista, Politecnico di Milano)
  • Mario Brunetti (meridionalista)
  • Pino Bruni (critico cinematografico)
  • Benedetta Buccellato (attrice, autrice teatrale)
  • Paolo Cacciari (scrittore)
  • Isabella Cagnardi (cantante)
  • Francesco Calandra (filmaker)
  • Enrico Calamai (ex Console italiano a Buenos Aires)
  • Riccardo Cardellicchio (giornalista, scrittore, storico)
  • Guido Carpi (docente Università di Pisa)
  • Francesco Caruso (ricercatore, Università di Catanzaro)
  • Carlo Cerciello (regista, direttore Teatro Elicantropo di Napoli)
  • Francesca Chiarotto (coordinatrice “Historia magistra”, rivista di storia critica)
  • Paolo Ciarchi (musicista)
  • Salvatore Cingari (Storico delle dottrine politiche – Università per stranieri di Perugia)
  • Lorenzo Cini (sociologo Scuola normale superiore, Pisa)
  • Paolo Ciofi (saggista)
  • Elena Coccia (avvocato)
  • Claudio Cormio (montatore cinematografico e cantante)
  • Gastone Cottino (giurista, docente emerito Università di Torino)
  • Antonello Cresti (saggista, musicologo, organizzatore culturale)
  • Simone Cumbo (poeta)
  • Carolina Cutolo (scrittrice e attivista per i diritti degli scrittori)
  • Wasim Dahmash (Università di Cagliari)
  • Franco D’Aniello (musicista Modena City Ramblers)
  • Massimo Dapporto (attore)
  • Mario Eustachio De Bellis (insegnante in pensione)
  • Rita De Donato (attrice, regista, autrice)
  • Fabio de Nardis (sociologo, Università del Salento)
  • Sandro de Nobile (docente, scrittore, critico letterario)
  • Marco Dentici (scenografo)
  • Davide Di Laurea (ricercatore, Istat)
  • Marco Di Maggio (Docente a contratto di Storia Contemporanea Facoltà di Lettere e Filosofia “Sapienza” Università di Roma)
  • Pippo di Marca (regista teatrale)
  • Angelo di Naro (dirigente in pensione del Ministero della Pubblica Istruzione)
  • Enzo di Salvatore (professore di Diritto costituzionale, Università di Teramo)
  • Angelo d’Orsi (storico, Università di Torino)
  • Antonio Di Grado (professore di letteratura italiana-università di Catania direttore della Fondazione Leonardo Sciascia)
  • Peppino Di Lello (ex-magistrato)
  • Piero Donati (storico dell’arte)
  • Valerio Evangelisti (scrittore)
  • Amedeo Fago (architetto, regista)
  • Paolo Favilli (storico, Università di Genova)
  • Luigi Fazzi (guida turistica specializzata)
  • Pino Ferraro
  • Marco Gaucho Filippi “MGF” (vignettista)
  • Umberto Franchi (sindacalista)
  • Anna Rita Gabellone (assegnista di ricerca presso il Dipartimento di storia società e studi sull’uomo, Università del Salento)
  • Nevio Gambula (attore)
  • Massimo Garzia (direttore della fotografia)
  • Beppe Gaudino (regista)
  • Andrea Genovese (docente universitario – University of Sheffield, Regno Unito)
  • Ruggero Giacomini (storico)
  • Alfonso Giancotti (ricercatore universitario)
  • Michele Giorgio (giornalista, il manifesto)
  • Davide Giromini (cantautore)
  • Giovanni Greco (scrittore, autore teatrale)
  • Alexander Hobel (storico, Università Federico II, Napoli)
  • Pasquale Indulgenza (docente, formatore e counselor)
  • Antonio Iuorio (attore)
  • Maria Jatosti (scrittrice)
  • Francesca Lacaita (insegnante)
  • Lelio La Porta, (docente di Storia e filosofia presso il Liceo Scientifico Statale “Francesco d’Assisi” di Roma)
  • Maria Lenti (poetessa)
  • Maria Grazia Liguori (sceneggiatrice)
  • Guido Liguori (docente di Storia del pensiero politico, presidente della International Gramsci Society Italia)
  • Aldo Lotta (psichiatra)
  • Antonio Loru (docente di filosofia)
  • Fabiomassimo Lozzi (regista)
  • Romano Luperini (critico letterario)
  • Silvia Luzzi (attrice)
  • Patrizia Maltese (giornalista)
  • Valentina Manusia
  • Gino Marchitelli (scrittore)
  • Graziella Mascia (ex parlamentare)
  • Maicol&Mirco (fumettisti)
  • Lidia Mangani (dirigente scolastica Ancona)
  • Lucio Manisco (giornalista)
  • Danilo Maramotti (disegnatore di fumetti)
  • Fabio Marcelli (responsabile Questioni internazionali Giuristi democratici)
  • Eugenio Melandri (direttore di Solidarietà internazionale)
  • Carmelo Meli (macchinista teatrale, Teatro Verdi Firenze)
  • Lidia Menapace (giornalista, femminista)
  • Magda Mercatali (attrice, volontaria Casa dei diritti sociali)
  • Adonella Monaco (attrice)
  • Maria Grazia Meriggi (storica)
  • Massimo Modonesi (professore ordinario Università nazionale del Messico – Unam)
  • Francesco Moneti (musicista Modena City Ramblers e Casa del Vento)
  • Giorgio Montanini (comico e attore)
  • Giovanna Montella (università di Roma)
  • Lia Francesca Morandini (costumista)
  • Raul Mordenti (docente università di Tor Vergata)
  • Roberto Musacchio (ex parlamentare europeo)
  • Antonello Nave (regista teatrale, insegnante)
  • Federico Odling (musicista)
  • Federico Oliveri (ricercatore precario Università di Pisa)
  • Federico Pacifici (attore)
  • Marco Pantosti (musicista)
  • Vera Pegna (scrittrice)
  • Riccardo Petrella (economista)
  • Pina Rosa Piras (Università Roma tre)
  • Francesco Pitocco (storico, Università La Sapienza di Roma)
  • Sabika Shah Povia (giornalista)
  • Alberto Prunetti (scrittore)
  • Stefania Ragusa (giornalista)
  • Christian Raimo (scrittore)
  • Elisabetta Randaccio (critico cinematografico)
  • Gianfranco Rebucini ( antropologo, Ehess, Parigi)
  • Gianluca Riggi (regista teatrale, Teatro Furio Camillo)
  • Annamaria Rivera (antropologa, Università di Bari)
  • Annalisa Romani (scrittrice e traduttrice)
  • Maria Letizia Ruello (ricercatrice universitaria)
  • Mimma Russo (pittrice, scultrice)
  • Nino Russo (regista)
  • Giovanni Russo Spena (giurista)
  • Arianna Sacerdoti (ricercatrice universitaria)
  • Carla Salinari (insegnante)
  • Cesare Salvi (giurista)
  • Edoardo Salzano (urbanista)
  • Antonio Sanna (attore)
  • Giovanni Saulini (produttore cinematografico)
  • Angela Scarparo (scrittrice)
  • Marino Severini (musicista, Gang)
  • Alessandro Simoncini (docente di filosofia)
  • Ernesto Screpanti (docente Economia politica Università di Siena)
  • Paolo Sollier (ex calciatore, allenatore e scrittore)
  • Massimo Spiga (scrittore e traduttore)
  • Stefano Taglietti (compositore)
  • Angelo Tantaro (direttore Diari di cineclub)
  • Arturo Tagliacozzo (professore associato di Fisica della Materia Universita’ “Federico II” di Napoli)
  • Enrico Terrinoni (ordinario di Letteratura inglese Università per stranieri di Perugia)
  • Mario Tiberi (Docente di politica economica, La Sapienza)
  • Stefania Tuzi (architetto – ricercatrice)
  • Renzo Ulivieri (allenatore di calcio)
  • Pierfrancesco Uva (vignettista)
  • Stefano Valenti (scrittore)
  • Fulvio Vassallo Paleologo (giurista)
  • Francesco Pitocco (storico, Università la Sapienza di Roma)
  • Guido Viale (sociologo)
  • Imma Villa (attrice)
  • Mario Visone (scrittore e cultore della materia in Letteratura Italiana presso Università degli Studi di Roma  – Tor Vergata)
  • Lello Voce (poeta)
  • Annalisa Volpone (professore Anglista Università di Perugia)
  • Pasquale Voza (prof. Emerito Letteratura italiana, Università di Bari)
  • Alberto Ziparo (urbanista, scrittore)
  • Giulia Zoppi (critica cinematografica e teatrale)

Per adesioni: maselli.citto@fastwebnet.it stampa@poterealpopolo.org

categorie
Potere al popolo!
nessun commento

lascia un commento

*

*

altri articoli