Il giallo dell’estate

Ogni giorno non manca la novità improvvisa nel campo in cui giocano una partita strana (ma davvero poi lo è?) Partito democratico, Giuliano Pisapia e tutti coloro che aspirano...

Ogni giorno non manca la novità improvvisa nel campo in cui giocano una partita strana (ma davvero poi lo è?) Partito democratico, Giuliano Pisapia e tutti coloro che aspirano a ricostruire il centrosinistra.
Lo sforzo di oggi, anzi quello di ieri, è fare fronte contro Renzi sulla legge elettorale per costringerlo ad accettare un “premio di coalizione”.
Se così fosse, si aprirebbe a settembre lo scenario della discussione di una nuova legge elettorale impostata non più su criteri proporzionali ma su una riedizione del Mattarellum con la previsione delle coalizioni.
Benedette coalizioni! Saranno la salvezza di alcuni e la dannazione di altri. Difficile partita quella in gioco, sempre con due contendenti che si trovano involontariamente alleati e a turno. Imprevedibilità, suspence… Il giallo dell’estate continua ad essere caldamente servito…
Per sapere chi sarà l’assassino della democrazia per l’ennesima volta tocca aspettare ancora qualche settimana.
Intanto… tutti al mare!

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*

altri articoli

  • Identici

    Due referendum per chiedere al governo di occuparsi maggiormente di Lombardia e Veneto: uno senza quorum, uno col quorum. Uno dove si vota sui tablet e uno con schede...
  • Per mare e per rotaia

    Rivedo la nave che salpa. Rivedo le bandiere tricolori che sventolano. Risento inni ed elogi galanti di giornalisti e di commentatori. Poi osservo l’oggi, vedo un treno partire, vedo...
  • Programma K9

    Lulu ha seguito la sua natura e non l’imposizione della Cia. L’agenzia di “intelligence” della grande Repubblica stellata voleva impiegarlo come cane (un bel labrador nero) alla ricerca di...
  • Colpa di Ignazio…

    Volete mica i guai causati al sistema bancario provengano da una piccola banca toscana! L’esclamazione ci sta a pennello perché è evidente che la colpa è del controllore: la...