Guardare o godere

Strisce pedonali in tre dimensioni, pavimenti che diventano “intelligenti” e sanno dove andiamo, future automobili aeree in America e cento altre novità più o meno tecnologiche stanno per invadere...

Strisce pedonali in tre dimensioni, pavimenti che diventano “intelligenti” e sanno dove andiamo, future automobili aeree in America e cento altre novità più o meno tecnologiche stanno per invadere il campo dell’attrattiva e del mercato. Stimoli per rendere ancora migliore la vita di tutti. O quasi. Perché c’è sempre quell’elemento da tenere ben presente: il capitalismo non mette a disposizione di tutti un bene creato grazie all’intelligenza umana.
Lo mette sul mercato e chi può se lo gode, chi non può se lo guarda.
E tra guardare e godere c’è la stessa differenza che passa tra il vincere le elezioni siciliane e guardare chi le ha appena vinte pur essendo il primo partito dell’isola.

(m.s.)

foto tratta da Pixabay

categorie
Lo stiletto
nessun commento

lascia un commento

*

*

altri articoli

  • Un altro paese

    Secondo il Ministero dell’Interno non esiste un reale pericolo di una escalation delle azioni violente tra le diverse parti politiche e sociali del paese. Credo si tratti del Ministero...
  • Due mazzate? Ma anche no!

    “Anche due mazzate però…”. No. Io sono abituato ad evitare la violenza come strumento politico. Lavoro, nel mio piccolo, per il ritorno alla delegittimazione delle organizzazioni neofasciste, xenofobe e...
  • Rischio di impresa e di povertà

    Grazie ai lavoratori il fatturato delle industrie balza in avanti del 5,1% rispetto a pochi mesi fa. Un dato alto, mai così alto dal 2011, frutto della circolazione delle...
  • Tanti (piccoli) egoisti

    Svastiche sui monumenti, irruzioni negli studi televisivi, accoltellamenti e pestaggi e, prima ancora, qualche folle che spara “sui negri” per vendetta. Ci sono tutte le premesse per passare dalla...